Endorfine: cosa sono e come vengono prodotte

Endorfine: cosa sono e come vengono prodotte

Cosa sono le endorfine, come vengono prodotte e quali sono effetti e cause della loro produzione.

Le endorfine sono anche dette ormoni della felicità. Il loro scopo è, come facilmente intuibile, quello di migliorare l’umore e provocare un senso di euforia. La loro presenza nell’organismo è quindi importante per diverse ragioni legate all’equilibrio emotivo, oltre ad agire anche come analgesico per combattere il dolore. Proprio da quest’ultima caratteristica deriva il loro nome, ovvero “morfine endogene“.

La presenza delle endorfine è stata indagata a partire dagli anni ’70, quando furono associati ad alcuni oppioidi esogeni, come appunto la morfina, dei recettori nervosi specifici. Da qui l’ipotesi che il cervello stesso fosse in grado di sintetizzare delle sostanze analoghe a livello endogeno.

Bacio, coppia
Fonte: Happy Young Couple in Winter Park having fun / Shutterstock

Cosa sono

Le endorfine sono identificate come ormoni proteici, e svolgono la funzione di neurotrasmettitori. Se ne distinguono quattro classi, identificate come: alfa, beta, gamma e delta.

Oltre all’azione analgesica vengono associate alle endorfine alcune altre funzioni: intervengono anche quando si tratta di regolare il ciclo mestruale, nella termoregolazione o nella gestione del sonno, nel tenere sotto controllo l’appetito e l’attività gastrointestinale, nella secrezione di altri ormoni tra cui prolattina, cortisolo e catecolamine, oltre a portare una sensazione di benessere e appagatezza al termine del rapporto sessuale.

Coppia corre nel parco
Fonte: Couple jogging in park at morning | Shutterstock

Come vengono prodotte

La produzione di endorfine avviene perlopiù nell’area cranica, cervello e ipofisi, ma può essere sintetizzata anche in altre zone come l’apparato digerente, le ghiandole surrenali e quelle salivari. Vengono prodotte endorfine in risposta a un qualche tipo di stimolazione da parte dell’organismo, fisica o emotiva, soprattutto in seguito a un’intensa attività fisica.

Ne è un esempio la forte produzione di questi ormoni registrata nei corridori o nei ciclisti al termine di una lunga prova; gli studiosi hanno a questo proposito coniato un termine che ben rappresenta tale fenomeno: “Runner’s high” o “Sballo del corridore”.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio