Greenstyle Alimentazione Dieta vegan per un Pianeta migliore, soluzione possibile?

Dieta vegan per un Pianeta migliore, soluzione possibile?

Dieta vegan per un Pianeta migliore, soluzione possibile?

Una scelta vegan potrebbe migliorare la salute del Pianeta? È ciò che si domanda Kwasi Kwarteng, Segretario di Stato per gli affari economici, l’energia e la strategia industriale del Regno Unito, pronto a cambiare radicalmente le abitudini degli inglesi.

Una modifica dello stile di vita potrebbe rivelarsi necessaria in favore dell’obiettivo primario, ovvero la riduzione delle emissioni del 78% entro il 2035. I dati in merito sono molto discordanti, ma una cosa è certa: cambiare le proprie abitudini quotidiane può migliorare la salute della Terra.

In particolare la scelta alimentare, come riporta anche il quotidiano britannico The Guardian, perché una svolta vegana e vegetariana potrebbe cambiare il tipo di approccio nei confronti dell’agricoltura, e in particolare delle tecniche e dei prodotti impiegati. Riducendo al contempo l’impiego degli allevamenti di carne bovina, una presenza dannosa per la salute del corpo ma anche dello stesso ambiente.

Gli esperti spronano verso l’utilizzo di metodi e scelte più ragionate, ma con il supporto di una politica governativa che sensibilizzi e informi anche grazie al supporto di esperti di settore. Lo stesso governo dovrebbe fornire delle linee guida da seguire così da agevolare un percorso utile a tutti.

Scelta vegan, per un futuro migliore

Nonostante i pareri discordanti riguardanti le emissioni di CO2 e le differenti tecniche produttive, gli esperti concordano sulla necessità di attuare modifiche sostanziali alla propria dieta alimentare. Gli studi avviati sin dal 2018 confermerebbero questa necessità, perché ridurre o eliminare il consumo di carne e derivati diminuirebbe l’impiego dei terreni agricoli fino al 75%. Il settore alimentare è responsabile di un terzo delle emissioni mondiali di gas serra, come sostiene il dott. Marco Springmann, ricercatore senior in materia ambientale, sostenibilità e salute pubblica presso l’Università di Oxford.

Non è una novità che le mucche emettano gas metano impattando ferocemente sull’ambiente circostante, frutto dei mangimi e dei prodotti che vengono loro forniti. Un aumento dei prezzi legati a carne e latticini potrebbe spingere la gente verso prodotti più sani, vegan e meno impattanti, al pari di incentivare chi può ridurre queste emissioni sposando procedure meno dannose. Non basta solo cambiare percorso alimentare per salvare il Pianeta, riducendo la temperatura dello stesso, ma i governi devono intervenire con programmi e politiche mirate che possano creare un percorso di scelte sinergico e benefico.

Fonte: The Guardian

Seguici anche sui canali social