Com’è fatta la pianta dell’ananas e dove cresce

Com’è fatta la pianta dell’ananas e dove cresce

Fonte immagine: Pixabay

L'ananas è un frutto apprezzato per il suo gusto e per le sue proprietà sulla salute: ecco come è fatta la pianta e dove cresce.

L’ananas è di certo uno dei frutti più apprezzati, soprattutto durante la stagione estiva: il suo inconfondibile sapore, e il suo elevato potenziale dissetante, lo rendono l’ingrediente perfetto per una moltitudine di ricette diverse. Eppure, nonostante tutti conoscano alla perfezione il frutto, in pochi sanno come effettivamente si sviluppa la coltivazione. Come è fatta la pianta e, soprattutto, dove cresce con maggiore facilità?

Di seguito qualche informazione sulla pianta dell’ananas e sulle sue caratteristiche, sulle zone d’origine e sulle proprietà uniche di questo frutto, utile anche per la salute.

Ananas: origine e conformazione

Ananas

Per ananas si intende un genere di piante appartenenti alla famiglia delle Bromeliaceae, di cui l’Ananas comosus è certamente la più nota poiché quella comunemente scelta per la produzione dei frutti. Conosciute anche come Guaraní, un nome derivante dalla cultura indios, le piante di ananas sono originarie del Sudamerica.

Si ipotizza che questa coltivazione sia sempre stata nota alle antiche popolazioni delle aree al centro e al sud del continente, ma è solo con la scoperta dell’America che anche l’Europa ne venne a conoscenza. Fu infatti Cristoforo Colombo, nel 1493, ad ammirarne un primo esemplare, mentre si trovava sull’isola di Guadalupa. Tuttavia, l’approdo nel Vecchio Continente – e soprattutto in Medio Oriente – potrebbe essere antecedente allo stesso Colombo: alcuni frutti dalle fattezze simili sono infatti raffigurati in dipinti d’epoca romana, così come in alcune sculture. Si suppone quindi che, nei secoli antecedenti proprio alla scoperta dell’America, fossero presenti nel bacino del Mediterraneo delle piante molto simili, forse dei lontani parenti dell’ananas oltreoceano.

La pianta, dall’aspetto di un arbusto erbaceo perenne, si caratterizza per un altezza massima di 1.5 metri. Le foglie sono strette e allungate, di intenso e lucido colore verde, e partono dal suolo per formare un inconfondibile mazzo rotondo. Al centro di quest’ultimo, la pianta produce centinaia di piccoli fiori tra il porpora e il violaceo che, crescendo, si uniscono fra di loro formando un’unica e grande inflorescenza. Da quest’ultima prenderà forma il frutto vero e proprio: un esemplare dalla scorza marrone e coriacea, formata da diverse placche unite fra di loro, pronto a racchiudere al centro una ricchissima e fibrosa polpa di colore giallo.

Ananas: dove cresce e curiosità

Ananas

Così come già accennato, quella dell’ananas è una pianta originaria del Sudamerica, in particolare delle zone caraibiche, pertanto necessità di un clima caldo e umido – praticamente tropicale – per poter crescere in modo rigoglioso. Può essere coltivata anche in Italia e nelle zone temperate del Pianeta, sia a semplice scopo ornamentale che da frutto, seguendo però alcune precauzioni.

È infatti necessario ricreare il microclima dei Paesi di origine, preferibilmente approfittando di una serra o della coltivazione indoor, dove la pianta possa sempre contare su una temperatura compresa tra i 18 e i 25 gradi. Al di sotto di questi valori, infatti, l’ananas non sopravvive. Inoltre, l’ambiente deve risultare decisamente umido e, fatto non da poco, sono necessarie continue concimazioni per riprodurre il ricco terriccio dove la pianta originariamente vive. Come già accennato, non mancano delle coltivazioni sul suolo dello Stivale – in particolare al Centro e al Sud – sebbene i frutti che si trovano sulla grande distribuzione siano quasi tutti di produzione estera.

Per quanto riguarda proprio il frutto, oltre al suo inconfondibile gusto e la possibilità di impiegarlo come ingrediente sia per ricette dolci che salate, è utile ricordare una curiosità relativa alle sue proprietà in medicina. L’ananas contiene infatti la bromelina, un enzime proteolitico dalla forte azione antinfiammatoria e antistaminica, nonché astringente e dimagrante.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Snack alla frutta, ricetta per bambini