Calo di zuccheri: sintomi, cause e rimedi naturali

Calo di zuccheri: sintomi, cause e rimedi naturali

Fonte immagine: Istock

L'ipoglicemia è il rapido abbassamento della concentrazione di glucosio nel sangue: non è quasi mai un episodio isolato ma collegato a patologie pregresse.

Con l’arrivo del caldo, la disidratazione e lo stile di vita sedentario capita spesso di subire crisi ipoglicemiche difficili da gestire e prevenire. Gli zuccheri costituiscono una risorsa preziosa per l’organismo, in quanto rappresentano un’importantissima fonte di energia. Per questo motivo, quando il loro livello nel sangue si abbassa troppo, le cellule, i tessuti e gli organi non ricevono la spinta per svolgere determinate azioni e ci mandano segnali di allarme; uno dei più frequenti è la crisi ipoglicemica.

Calo di zuccheri: cause e sintomi

Calo di zuccheri: cause e sintomi
Fonte: Istock

La crisi ipoglicemica è la fase che si trova tra il momento in cui la glicemia scende sensibilmente al di sotto dei valori considerati normali (ipoglicemia) e quello in cui la glicemia risale, riportandosi alla normalità, per effetto di un intervento terapeutico. Sarà capitato a tutti sentire il livello dei zuccheri nel sangue scendere vertiginosamente e non sapere cosa fare. Questo genere di crisi possono essere dovute a tanti fattori: prima di tutto com’è facile ipotizzare un digiuno forzato è una delle principali ragioni. Un altro esempio abbastanza comune è l’assunzione di alcolici a stomaco vuoto, sforzi fisici intensi e prolungati, episodi di vomito ripetuto. Capita, anche, però che queste crisi siano legate a patologie più gravi come l’insulinoma, un tumore endocrino del pancreas, che causa un’ iperproduzione di insulina, i cui ormoni regolano i livelli di insulina circolanti, gravi malattie del fegato o l’assunzione di alcuni specifici farmaci per i reni.

Come si fa a capire se si ha un calo di zuccheri? Ecco una lista dei sintomi:

  • calo della vista
  • difficoltà di concentrazione
  • nausea
  • fame
  • tremori
  • palpitazioni
  • pallore
  • formicolii
  • mal di testa
  • sonnolenza
  • aumento della salivazione
  • convulsioni
  • sudorazione
  • irritabilità
  • confusione
  • scarsa lucidità

Non esiste una ricetta per evitare per sempre il calo di zuccheri: spesso occorre curare la patologia che è alla base della frequenza episodica del nostro problema; se però il calo di zuccheri è correlato ad un allenamento intenso o ad una dieta sbagliata esistono molti rimedi naturali che possono aiutarci: fare pasti leggeri ma frequenti, in modo da dare a mente e corpo la giusta riserva di zucchero. Poi, anche se le diete iperproteiche sono sempre più gettonate, ricordiamoci che il nostro fisico ha bisogno di carboidrati per funzionare bene. I carboidrati non sono il male, vanno sono controllati. Una buona alimentazione, che non rinuncia ai glucidi, è infatti la migliore prevenzione contro le ipoglicemie. Se il calo di zuccheri vi pressa munitevi di frutta zuccherina, come datteri e banane o uva, succhi di frutta dolcificati oppure il classico dei classici: acqua e zucchero.  In un attimo, il problema sarà risolto!

 

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Cibi ricchi di vitamina A