Greenstyle Ambiente In che modo si calcola l’impronta ecologica?

In che modo si calcola l’impronta ecologica?

L'impronta ecologica si calcola considerando l'uso di risorse quali cibo, abitazioni, trasporti, beni, energia e gestione dei rifiuti. E mettendolo a confronto con la capacità che il pianeta ha di rigenerarle. Il valore viene convertito in ettari globali, dando l'idea dell'area di terra e acqua necessaria per sostenere un determinato stile di vita, evidenziandone allo stesso tempo l'impatto ambientale. Per farlo facilmente esistono degli efficaci calcolatori online totalmente gratuiti.

In che modo si calcola l’impronta ecologica?

Fonte immagine: Pexels

Potremmo definire l’impronta ecologica quel valore che ci permette di capire “come stiamo trattando il nostro Pianeta”. Tale parametro ci consente, infatti, di rispondere a domande del tipo: “quanta capacità biologica è richiesta al Pianeta da una data attività umana o dalla popolazione?” Saperlo ci aiuta a valutare il nostro impatto ambientale e quello derivante dalle operazioni che effettuiamo più o meno quotidianamente sulla terra. E, di conseguenza, a regolarci laddove stiamo peccando. Bene: ma come si fa a quantificarla? Sul web abbiamo a disposizione diversi strumenti in fatto di calcolatore dell’impronta ecologica.

Cosa misura l’impronta ecologica

Volendo sintetizzarne il concetto, ci affidiamo a ciò che riporta in merito Wikipedia: “L’impronta ecologica è un indicatore complesso utilizzato per valutare il consumo umano di risorse naturali rispetto alla capacità della Terra di rigenerarle”. L’impronta ecologica misura l’entità dell’uso di risorse naturali e della capacità della Terra di assorbire i rifiuti prodotti da una popolazione, una comunità, o l’intera umanità.

Questa misura valuta la superficie ecologicamente produttiva necessaria per produrre le risorse consumate da un individuo, nonché l’area necessaria per assorbire i rifiuti generati. Tale valore include la produzione alimentare, l’uso di acqua dolce, l’energia, i trasporti, la costruzione, il consumo di materiali e la gestione dei rifiuti. La somma di tutte queste componenti fornisce una visione complessiva dell’impatto ambientale di un determinato gruppo o individuo.

In che modo si calcola l'impronta ecologica?
Fonte: Pexels

Calcolatore impronta ecologica

Calcolare l’impronta ecologica non è un’operazione semplicissima. Anzi. Innanzitutto bisogna tenere conto dei consumi in determinate categorie, che includono alimenti, abitazioni, trasporti, beni di consumo e servizi. Secondo, poi, bisogna comprendere bene come le risorse naturali che l’uomo consuma vengono prodotte. E quindi categorizzare anche questo concetto in base al territorio per energia, ai terreni agricoli, ai pascoli, alle foreste, alla superficie edificata e al mare. Importante, poi, è chiarire che l’impronta ecologica può essere calcolata per singoli individui, gruppi di persone o anche per attività.

La complessa formula che ci consente di giungere ad una stima, tiene conto, appunto, dei fattori appena elencati. Semplificando il concetto per renderlo accessibile a chiunque, il suo valore si ottiene sottraendo le risorse consumate da ciascun individuo alle risorse generate dal pianeta nel corso di un anno. Ed è espressa in ettari globali (hag). Bisogna aggiungere che, per ammissione degli stessi autori del concetto, l’impronta ecologica non è priva di limiti: la prima criticità risiede nel fatto che tutti i valori vengono ridotti ad una sola unità di misura, che è la superficie terrestre.

A chi volesse calcolare personalmente la propria impronta ecologica consigliamo di utilizzare uno dei seguenti calcolatori disponibili in rete e completamente gratuiti.

  • Calcolatore del Global Footprint Network che, attraverso un questionario al quale l’utente deve rispondere in base alle proprie abitudini, fornisce non solo il valore, ma anche una serie di consigli utili su come poter ridurre l’impatto che esercitiamo come singoli sul pianeta.
  • Calcolatore dell’impronta di carbonio 8billiontrees. Altrettanto importante è valutare il proprio impatto ecologico sulla base delle attività che, nella propria vita,  contribuiscono alla maggior parte delle emissioni di CO 2. Per farlo possiamo utilizzare questo calcolatore che, come il precedente, prevede la partecipazione ad un questionario mirato.

Calcolo impronta ecologica ragazzi

Prima di lasciarvi, vi segnaliamo un’app particolarmente utile per i più giovani adatta al calcolo dell’impronta ecologica per ragazzi. E’ pensata proprio per chi frequenti le scuole elementari e medie e si chiama “l’impronta dei fuoriclasse”. Comprende una serie di giochi e quiz attraverso i quali apprendere in maniera interessante nozioni utili sull’uso dell’energia, dell’acqua, sul riciclo consapevole e tanto altro.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Chi sono gli attivisti per l’ambiente più famosi?
Ambiente

Difendere il nostro Pianeta è un impegno di enorme importanza, ma c’è ancora molta strada da percorrere. A tracciarla ci pensano uomini e donne di ogni età, da Greta Thunberg fino a Brianna Fruean, da Federica Gasbarro a David Attenborough, ecco quali sono gli attivisti per l’ambiente più influenti e famosi.