Greenstyle Benessere Rimedi naturali Bacche di ginepro: 6 benefici sorprendenti per la salute

Bacche di ginepro: 6 benefici sorprendenti per la salute

Bacche di ginepro: 6 benefici sorprendenti per la salute

Fonte immagine: Pixabay

La bacche di ginepro sono una delle tante spezie amate in cucina ma utili anche per il buon funzionamento del nostro organismo. Queste bacche di colore blu violaceo provengono dalla pianta Juniperus communis, un membro della famiglia delle Cupressaceae, appartenente al genere “Juniperus”. Si tratta di un arbusto sempreverde che conta numerosi utilizzi e offre straordinari benefici.

In questo articolo vedremo a cosa servono le bacche di ginepro, come adoperarle in cucina e quali sono gli altri utilizzi della pianta.

Ginepro: le caratteristiche della pianta

Il Juniperus communis è una pianta sempreverde che produce delle bacche simili ai mirtilli, della grandezza di circa 5-8 millimetri.

La pianta Juniperus communis cresce soprattutto nei luoghi con clima temperato tendente al freddo. Puoi trovarla in montagna, ad elevate altitudini.

Le bacche acerbe hanno un colore verde, mentre man mano che maturano, assumono una colorazione blu violacea, dovuta alla presenza di una sorta di pellicola, la pruina. Le bacche impiegano circa 2 anni per diventare mature e trovano largo impiego nel campo della fitoterapia, oltre che nelle nostre cucine.

Bacche di ginepro: benefici

A cosa servono le bacche di ginepro? E quali benefici offrono alla nostra salute? Sin dai tempi più remoti, queste piccole palline viola venivano usate, masticate o immerse in acqua bollente, per curare diversi disturbi, come quelli gastrointestinali, i dolori reumatici e il mal di schiena.

Assunti sotto forma di rimedio naturale, anche oggi le bacche possono esercitare diversi effetti sulla nostra salute.

Vediamo quali sono i più interessanti.

Favoriscono la digestione

Le bacche di ginepro hanno un sapore amarognolo, vantano la capacità di migliorare la digestione, aumentando la salivazione e favorendo gli enzimi digestivi. Questo rimedio si rivela utile in caso di flatulenza, bruciore di stomaco, gonfiore addominale, inappetenza e mal di stomaco.

Combattono la ritenzione idrica

Rimedi a base di bacche di ginepro si rivelano un ottimo espediente anche per combattere il problema della ritenzione idrica, per via delle loro ben note proprietà diuretiche.

Proteggono le vie urinarie

Le bacche di ginepro esercitano anche un’azione antisettica, aiutano a combattere i batteri presenti nelle vie urinarie e prevengono il rischio di sviluppare infezioni del tratto urinario, ma anche condizioni come calcoli renali e vescicali.

Effetti antiossidanti

Questi frutti contengono elevati livelli di sostanze antiossidanti, la cui azione mirata contro la proliferazione dei radicali liberi aiuta a proteggere la salute, riducendo il rischio di sviluppare malattie come i tumori, malattie del cuore e condizioni legate all’invecchiamento precoce.

Alleate per la pelle

E a proposito di invecchiamento, gli antiossidanti contenuti nelle bacche violacee proteggono anche la salute della pelle, riducendo la formazione delle rughe e favorendo un processo di rigenerazione cellulare.

Olio essenziale di ginepro contro la tosse

Estratto dalle bacche di ginepro, l’olio essenziale emana un profumo speziato, intenso e legnoso, si rivela un ottimo rimedio naturale per purificare l’aria. Nei suffumigi, questo olio essenziale aiuta anche a combattere tosse, raffreddori e bronchiti.

Come si mangiano le bacche di ginepro?

Queste piccole bacche possono essere consumate sotto forma di infuso, tisana o anche sotto forma di olio essenziale. Ma il modo più naturale per consumarle è in cucina, dove le bacche di ginepro essiccate si rivelano una spezia dalle molteplici qualità.

Bacche di ginepro in cucina

Potresti utilizzare questa spezia in sostituzione del più comune pepe nero, oppure potresti impiegarla per esaltare il sapore di carni, insaccati, formaggi e pesce alla griglia.

Le bacche sono spesso adoperate anche per insaporire ricette vegetariane e vegane a base di crauti, patate arrosto o altre verdure. In più, potrai gustarle anche in ottime marmellate e confetture.

Il gusto delle bacche di ginepro è molto caratteristico, da alcuni definito “caldo e resinoso”, perlopiù dolciastro ma anche acre, ottimo per esaltare le tue ricette. Un punto a favore di questa spezia: il suo impiego potrebbe rendere i tuoi piatti più digeribili.

In più, il legno della pianta di ginepro viene impiegato anche per cuocere il pane fatto in casa, conferendo un aroma molto particolare.

Bacche di ginepro e gin

Infine, forse avrai sentito parlare del gin con bacche di ginepro. In effetti, questi frutti sono ampiamente utilizzati nella preparazione di alcolici. Ed è proprio dalla lavorazione e distillazione delle bacche di Juniperus communis che si ottiene la famosa bevanda alcolica.

Altri usi

Fuori dalle nostre cucine, il legno della pianta è impiegato anche per la realizzazione di lavori di intaglio, mentre la pianta è spesso utilizzata anche per creare delle siepi in giardino. Le piante tendono infatti ad intrecciarsi coi rami, un’ottima scelta per recintare il giardino col verde.

Controindicazioni

Se intendi utilizzare le bacche come rimedio per migliorare la salute, prima di farlo sarà saggio chiedere consiglio al medico curante. In alcuni casi, infatti, è sconsigliato l’utilizzo di questi prodotti. Ad esempio, tisane di bacche di ginepro o altri prodotti estratti dalla pianta sono sconsigliati in caso di patologie renali, o anche in caso di mestruazioni abbondanti.

Questi rimedi dovrebbero essere evitati anche durante la gravidanza e l’allattamento.

Reazioni avverse potrebbero verificarsi per coloro che assumono le bacche insieme a dei trattamenti farmacologici. Per quanto riguarda l’utilizzo in cucina, il ginepro è considerato abbastanza sicuro per la salute, pur rimanendo valido il consiglio di consultare il medico prima di usarlo, specialmente in presenza di patologie, trattamenti farmacologici, gravidanza o allattamento.

Le bacche di ginepro sono velenose?

Assolutamente no, le bacche di ginepro sono commestibili e sicure per la salute. Tuttavia, se ami andare alla ricerca di bacche e frutti in campagna, fai attenzione a non confondere la pianta di Juniperus communis con un altro membro della stessa famiglia, il Juniperus sabina, ginepro sabina o Cipresso dei maghi.

Quest’ultima, infatti , è una pianta velenosa che potrebbe avere persino degli effetti mortali.

Dove si trovano le bacche di ginepro?

Puoi acquistare le bacche di ginepro essiccate al supermercato nella zona dedicata alle spezie o anche negli shop on line. In alternativa, puoi anche acquistare le bacche fresche, per farle essiccare poi a casa.

Bacche di ginepro: prezzo

Quanto costa un chilo di bacche di ginepro? Il prezzo di questi piccoli frutti violacei è di circa 22 euro per un sacchetto da un chilo.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare