Greenstyle Ambiente Quali sono le principali associazioni ambientaliste?

Quali sono le principali associazioni ambientaliste?

In Italia e nel mondo, sono diverse migliaia le associazioni ambientaliste che si battono per proteggere il nostro Pianeta. Tra queste, una settantina sono riconosciute dal Ministero dell'Ambiente nel nostro Paese. Ma quali saranno le più note e attive?

Quali sono le principali associazioni ambientaliste?

Fonte immagine: Pixabay

Quando si parla di associazioni ambientaliste, quasi sempre ci vengono in mente nomi noti come “Greenpeace” o “WWF“. Tuttavia, queste non sono di certo le sole due associazioni che hanno a cuore la tutela dell’ambiente e degli animali. Molte altre fondazioni, organizzazioni e associazioni si impegnano per proteggere il pianeta e tutelare la biodiversità. Ma esattamente cosa fanno le associazioni per l’ambiente, e quali sono le principali presenti nel nostro Paese?

Vediamo alcune delle associazioni e organizzazioni più note e attive sul territorio, cosa fanno materialmente e quali principi e obiettivi intendono raggiungere.

Quali sono le principali associazioni ambientaliste?

manifestazione ambientalista
Fonte: Pixabay

In Italia ci sono moltissime associazioni ambientaliste, e circa una settantina di queste sono ufficialmente riconosciute dal Ministero dell’Ambiente per l’impegno e il lavoro che svolgono ogni giorno. Di seguito segnaliamo alcune delle associazioni in difesa dell’ambiente e degli animali più famose e più attive (anche) sul nostro territorio.

  • Associazione Italiana Sicurezza Ambientale (A.I.S.A.), associazione nazionale che si impegna per la tutela del territorio e della fauna nel nostro Paese.
  • C.A.I. – Club Alpino Italiano: la più antica associazione di alpinisti, un nutrito gruppo che raccoglie gli amanti delle montagne, e che svolge attività di divulgazione e sensibilizzazione per far conoscere questo straordinario ecosistema.
  • Centro Studi Cetacei ONLUS: come si può intuire dal nome, l’associazione si occupa del salvataggio e del recupero dei cetacei. Supporta inoltre le istituzioni nel salvataggio degli animali spiaggiati, in più svolge attività di sensibilizzazione per gli operatori del settore e singoli cittadini.
  • Fridays for Future: gruppo internazionale ispirato all’azione dell’attivista svedese Greta Thunberg, che si batte con manifestazioni e proteste per chiedere azioni politiche e governative atte a prevenire concretamente il riscaldamento globale e il cambiamento climatico.
  • F.A.I. – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS: come le altre associazioni, anche il F.A.I. si occupa della tutela dell’ambiente, ma anche della promozione del patrimonio paesaggistico, storico e culturale del nostro Paese.
  • F.I.E. – Federazione Italiana Escursionismo, un’associazione riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Marino. La fondazione chiama a raccolta gli amanti dell’escursionismo e si occupa di protezione ambientale.
  • Fondazione Marevivo E.T.S.: riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, la fondazione Marevivo si impegna a proteggere il mare e a far conoscere l’importanza e il valore di questo ecosistema.
  • Greenpeace: una delle associazioni ambientaliste più famose, un’organizzazione non governativa pacifista che si batte per difendere le balene, proteggere il clima e l’ambiente in ogni sua forma.
  • Legambiente: altra associazione molto nota sul territorio, Legambiente nasce nel 1980 e si occupa della tutela, della valorizzazione e del monitoraggio della qualità ambientale.
  • LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli): come si può evincere dal nome, l’associazione si occupa della salvaguardia e protezione degli uccelli, ma mira anche a valorizzare la biodiversità e la tutela degli habitat naturali.
  • Sea Shepherd Onlus: organizzazione statunitense, la Sea Shepherd Conservation Society si batte per proteggere la fauna ittica e gli ecosistemi marini.
  • The Jane Goodall Institute: fondata dall’etologa e antropologa britannica Jane Goodall, l’associazione nasce nel 1977, si trova in decine di Paesi del mondo (inclusa l’Italia) e si impegna a promuovere la protezione dei grandi primati e dei loro habitat.
  • WWF (World Wilde Fund for Nature): tra le associazioni ambientaliste più famose in Italia rientra senz’altro il WWF, onlus che da decenni si impegna per proteggere l’ambiente e gli animali che lo popolano.

Cosa fanno le associazioni per l’ambiente?

proteggere ambiente
Fonte: Pixabay

Ma a conti fatti, cosa fanno e cosa sostengono gli ambientalisti? Come abbiamo potuto appurare, le associazioni in difesa del pianeta svolgono diversi importanti compiti.

Oltre a lavorare attivamente per preservare e valorizzare habitat e ambienti naturali, molti di questi gruppi ambientalisti proteggono e salvano gli animali in difficoltà. I gruppi si impegnano ogni giorno per diffondere conoscenza, sensibilizzare sull’importanza della natura e della biodiversità, organizzano manifestazioni per il clima e promuovono un uso più saggio e consapevole delle risorse naturali.

In poche parole, le organizzazioni si battono per salvaguardare l’ambiente, una risorsa preziosa che non ci appartiene, ma che abbiamo il dovere di proteggere e custodire ogni giorno.

Fonti

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Ecco “Il prato più brutto del mondo”, un contest per salvare il pianeta
Conservazione ambientale

Non ci sono giardini da copertina in lizza, come immaginiamo, per concorrere al prato più brutto del mondo. Ma anche se la cosa può farci ridere ad una prima lettura, gli obiettivi di questo originale contest sono ecologici e sostenibili. A lanciare l’idea, che ora ha varcato i confini del vecchio continente, è stata una zona della Svezia dove l’irrigazione è soggetta a rigidi limiti.