Area B Milano: cos’è e come funziona

Area B Milano: cos’è e come funziona

Fonte immagine: Comune di Milano

Dal 25 febbraio 2019 in vigore la nuova Area B, ecco cos'è e come funziona la ZTL milanese.

È entrate in vigore oggi la nuova Area B di Milano. La nuova ZTL milanese vieterà l’ingresso entro i suoi confini a tutti i veicoli più inquinanti durante la settimana, incluse alcune categorie di motocicli. Si tratta della zona a traffico limitato più grande d’Europa, che copre circa il 72% del territorio comunale meneghino. Un progetto che procederà per gradi, con le prossime restrizioni in arrivo a ottobre 2019.

Orari e veicoli interessati

L’Area B di Milano sarà attiva dal lunedì al venerdì, festivi esclusi, dalle 7:30 alle 19:30. I veicoli interessati dal provvedimento sono i benzina Euro 0, i diesel Euro 0, 1, 2 e 3, oltre ai motocicli a due tempi Euro 0 e 1. A partire dal 1 ottobre 2019 bloccato l’accesso anche alle vetture diesel Euro 4. Con il passare degli anni le restrizioni aumenteranno, fino ad arrivare al blocco totale dei diesel entro il 2030.

Accessi e telecamere

Per l’ingresso all’Area B saranno a disposizione 188 varchi, di cui già dal 25 febbraio 2019 15 verranno monitorati da apposite telecamere (site nelle vie Anassagora, Baroni, Basilea, Carlo Feltrinelli, Cassinis, Fantoli, Gallarate, Giuditta Pasta, Gonin, Mecenate, Pirelli, Rogoredo, Sarca, Tofano e Zurigo). Ulteriori 78 sono previste nel mese di marzo e altre 98 entro il 2019. A partire dal 1 ottobre 2020 tutti i 187 varchi risulteranno monitorati elettronicamente.

Ingressi e agevolazioni

A disposizione di ciascun automobilista 50 accessi, utilizzabili anche in modalità non consecutiva durante i primi 12 mesi di “vita” dell’Area B. Una volta effettuato il primo accesso si riceverà un alert, che spiegherà il funzionamento della ZTL e inviterà a registrarsi al portale ufficiale (dove si potrà consultare il numero di accessi residui). Terminati gli ingressi gratuiti scatteranno le sanzioni previste dal provvedimento. Durante il secondo anno gli automobilisti milanesi e le vetture commerciali avranno a disposizione 25 accessi giornalieri, mentre gli altri soltanto 5.

Incentivi auto 2019

Previsti anche per il 2019 incentivi auto da parte dell’amministrazione milanese: 32 milioni di euro a sostegno dei cittadini per cambiare l’auto con una più ecologica, da dividere con gli interventi per l’efficientamento energetico degli edifici.

Nello specifico 8 mln verranno destinati ai nuovi veicoli, di cui circa 7 sotto forma di contribuiti per la rottamazione dei diesel Euro 0, 1, 2, 3 e 4 con alcune differenze: in caso di vetture commerciali i fondi potranno essere utilizzati soltanto per l’acquisto di alternative più sostenibili, mentre per quelli a uso “persona” si potrà utilizzare il budget anche per acquistare biciclette elettriche e/o pieghevoli, scooter, cargo bile e abbonamenti ATM (annuali). Il restante milione di euro è stato stanziato per il già concluso bando per l’acquisto dei FAP.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Govecs a EICMA 2017: intervista a Daniele Cesca