Antipasti vegetariani: veloci e invitanti

Antipasti vegetariani: veloci e invitanti

Le migliori ricette per antipasti vegetariani veloci: semplici e comodi da preparare.

Durante le giornate estive il caldo e l’atmosfera rilassata ci spingono verso il riposo, e di certo la voglia cucinare fugge via rapida.

Creare qualcosa di rapido, sfizioso e leggero è l’obbiettivo principale; così da portare in tavola gusto, sapore e leggerezza. Gli antipasti, in particolare, sono la risposta più adatta per un pranzo veloce e magari in riva al mare. Vi suggeriamo qualche piccola ricetta rapida da collaudare con facilità e assaporare seduti sotto l’ombrellone.

Iniziamo con gli involtini: utilizzate il pane di kamut per piadine, privo di strutto e grassi animali. In una ciotola amalgamate un caprino con un filo di olio d’oliva, sale, pepe e aneto. Spalmatelo sulla piadina creando uno strato uniforme; a parte tagliate finemente alla julienne una carota e una zucchina e adagiate il risultato sulla parte trattata. Arrotolate e tagliate per ottenere 4 mini involtini che fermerete singolarmente con uno stecchino o con un ombrellino da bibita.

Una variante per l’involtino: tagliate per il lungo una zucchina e ricavate tante fette sottili, ripetete con una melanzana piccola. Disponete le fette di melanzana in un colapasta, salatele e lasciate sgocciolare per circa 1 ora. Cuocete tutto in padella con poco olio, o sulla griglia, e lasciatele raffreddare sopra un foglio di carta assorbente. A parte preparate un sugo veloce con pomodoro tagliato a cubetti, capperi, uno spicchio d’aglio e olive. Inserite un cubetto di formaggio in ogni fetta di melanzana e zucchina, una foglia di basilico e un pizzico di origano. Arrotolatele singolarmente, fermare con uno stuzzicadenti e passatele velocemente nel sugo, quindi servitele tiepide.

Per chi non ama accendere i fornelli proponiamo un involtino creato con il pane per tramezzini senza strutto: disponete le fette su un piano pulito e su ognuna (a piacere) versate alcune gocce di tabasco o di olio d’oliva. Ricopritele con uno strato di formaggio spalmabile, quindi disponete su ogni fetta un pomodoro tagliato a fettine sottilissime e alcune foglie di basilico. Arrotolate singolarmente il pane e chiudete ogni involtino in uno strato di pellicola, o carta alluminio. Riponete in frigorifero per qualche ora in modo che mantenga la posa. Poco prima di servirli, estraeteli dal frigorifero, eliminate la pellicola e tagliateli ottenendo delle rondelle di 1cm di spessore. Servite su un piatto con una spolverata di origano.

In alternativa potete creare dei mini panini/tramezzini cospargendo una fetta con una salsa creata con un trito di basilico, olio e noci, e una fetta frullando un pomodoro con olio, sale e pepe. Inserite nel mezzo una fetta sottile di mozzarella e tagliate a cubetto o a triangolo.

Suggeriamo inoltre un carpaccio vegetariano con verdure di stagione. Lavate e pulite una barbabietola e con lo sbucciapatate tagliatela a fettine finissime, che disporrete sopra un foglio di carta assorbente. A parte sbucciate una mela e un’arancia e affettatele finemente, quindi riponetele a bagno in una ciotola con del succo di limone. Create la composizione nel piatto: prima un letto di fette di barbabietola, quindi sopra le fettine di mela alternate con quelle di arancia. Condite con succo di limone, olio d’oliva, sale e pepe rosso e nero.

Una variante è realizzabile con le zucchine, leggere e dietetiche, che dovrete affettare finemente o tagliare con il pelapatate. Disponetele su un piatto e condite ogni strato con sale, pepe nero macinato al momento, olio e succo di limone. Cospargete con un battuto di prezzemolo, pinoli, aglio fresco (a piacere) e basilico, coprite con la pellicola e lasciate marinare in frigorifero per una notte. Servite tiepido disponendo al centro un caprino vegan, la ricetta la trovate qui.

Infine il sempre classico dei finger food cioè lo spiedino di pomodorini, mozzarelline, basilico, pane tostato e olive nere. Da presentare in tavola freddo, o prima scaldato sulla piastra, accompagnato da un’insalata di alghe giapponesi, saporite e leggere. Le idee sono tantissime, sbizzarritevi assecondando la vostra gola e la fantasia.

Seguici anche sui canali social