• GreenStyle
  • Pets
  • Abbandoni record di gatti neri: poco fotogenici nei selfie

Abbandoni record di gatti neri: poco fotogenici nei selfie

Abbandoni record di gatti neri: poco fotogenici nei selfie

Abbandoni record di gatti neri, pronti a riempire i rifugi del Regno Unito: lo denuncia l'Independent, poiché questi mici non sono fotogenici.

Sembra essere un periodo davvero drammatico, quello per i gatti neri in cerca di una nuova abitazione. L’allarme è stato lanciato qualche anno fa da alcune associazioni specializzate nel recupero di animali in difficoltà, in concomitanza con la sempre maggiore popolarità dei social network: i gatti neri vengono abbandonati perché poco fotogenici nei selfie. E ora un’ulteriore conferma giunge dal Regno Unito, dove un’esperta si è fatta portavoce di un trend davvero incomprensibile.

A differenza di Italia, Francia, Germania e di altri Paesi dell’Europa continentale, nel Regno Unito i gatti neri non sono ingiustamente associati alla sventura. Proprio perché considerati addirittura di buon auspicio, Oltremanica questi esemplari non hanno mai subito grandi vessazioni, se non con l’arrivo dei social network. Il manto corvino sarebbe infatti molto difficile da rendere tramite la fotocamera dello smartphone e, per questo, molti proprietari deciderebbero di sbarazzarsene perché delusi dell’impossibilità di condivisione su Facebook, Instagram, Twitter e affini.

Christine Bayka, fondatrice del centro di recupero Moggery di Bristol, ha purtroppo confermato questa tendenza alla redazione dell’Independent. Per la prima volta in 67 anni di vita, infatti, l’esperta si è ritrovata ad accudire solamente felini neri – 40 in totale. E tutti sono disperatamente in cerca di una casa.

Ogni autunno mi ritrovo ormai solo gattini neri. Le persone preferiscono attendere le cucciolate future anziché adottare i mici che già abbiamo. Sono animali meravigliosi e amichevoli, ma a causa del loro colore la gente nemmeno li guarda. […] In Francia e in Germania i gatti neri sono sinonimo di cattiva fortuna, ma questo non accade qui. I soriani vengono adottati in meno di un giorno, seguono i tartarugati. I gatti rossi sono sia amati che odiati, ma nessuno vuole i mici neri. […] Ho ricevuto dei rifiuti perché alcuni gatti avevano il viso troppo rotondo e gli adottanti volevano un muso appuntito. In alternativa, abbiamo avuto qualcuno che ha richiesto un gatto nero dal manto vaporoso: ne avevamo uno – un esemplare amichevole, amorevole e morbido – e la persona è tornata con un metro da sarta. Il suo ultimo gatto aveva il pelo lungo 15 centimetri, quello del nostro non era così lungo, così se n’è andata a mani vuote.

La ragione di pretese così singolari sarebbe legata all’estrema popolarità dei gatti proprio sulle piattaforme social: molti deciderebbero di accudirli unicamente per il desiderio di trovare un riscontro virale, ignorando le reali necessità dei felini.

Seguici anche sui canali social