La psoriasi è un’infiammazione della pelle che può riguardare varie parti del corpo, solitamente è cronica ma non infettiva con un’origine di tipo genetico. Negli anni è stato notato come livelli alti di lipidi nel sangue possano essere correlati alla presenza della psoriasi, oltre che a un aumento delle malattie cardiovascolari. Regolare i grassi nel sangue con una dieta sana e bilancia può incidere positivamente sulla sua formazione. Le cause sono comunque tante e svariati, e spesso la più fastidiosa delle sue forme è quella che attacca il cuoio capelluto contrastabile con rimedi naturali e non aggressivi.

Varie le cure possibili per lenire prurito e infiammazioni, tra questi impacchi, massaggi e shampoo con prodotti lenitivi. Di sicuro l’Olio di Neem è un valido alleato per la salute del cuoio capelluto, grazie alla sua azione positiva nei confronti di lesioni, irritazioni e desquamazioni della pelle. Essendo un antibatterico e un prodotto antisettico naturale può risultare un rimedio naturale decisivo per contrastare la psoriasi, oltre che forfora e pidocchi.

Olio di Neem e psoriasi, come utilizzarlo

Un lavaggio con uno shampoo, o un sapone all’Olio di Neem, può essere un primo passo importante per eliminare le cellule morte in eccesso. Durante questa fase la pelle verrà disinfettata e ripulita dallo strato eccedente. Ma solo l’utilizzo costante di prodotti a base di questo olio può garantire benefici nel tempo. Per contrastare l’odore intenso e molto forte si può mescolare con olio essenziale profumato, quindi massaggiare sulla cute per 15 minuti. Lo si può lasciare in posa per un’ora, così da permettere un rilascio lento ma benefico.

Oppure creare impacchi lenitivi e nutrienti. Dopo un primo lavaggio con il sapone al Neem si passa all’applicazione dell’impacco, da lasciare agire anche fino a due ore. Nonostante l’odore forte, eliminabile con uno shampoo delicato, l’olio di Neem libera la cute dal primo strato di cellule morte. Si potranno notare i benefici sin dalla prima applicazione, oltre a percepire una sensazione di freschezza e benessere. L’azione cicatrizzante dell’olio si attiverà subito, agendo velocemente sulle lesioni e sulle croste dolorose.

Olio di Neem, impacco

Grazie alle sue proprietà emollienti riesce ad ammorbidire la pelle secca e ruvida della cute, quindi calmare bruciori e prurito tipici della psoriasi. Un impacco, utile anche per ammorbidire i capelli crespi e facile da realizzare, prevede pochi ma semplici ingredienti:

  • 2 cucchiaini di olio di mandorle
  • 2 cucchiaini di olio di jojoba
  • 2 cucchiaini di olio di monoi (solidificato)
  • 2 cucchiaini di olio di Neem
  • 2 cucchiaini di burro di karitè
  • 2 cucchiaini di miele millefiori
  • 6 gocce di olio essenziale al mandarino o alla lavanda

Mescolate in un pentolino e sciogliete a bagnomaria, quindi applicate sui capelli massaggiando la cute a fondo, quindi pettinate per distribuire e lasciate agire per due ore. Lavate accuratamente. L’impacco è ottimo sia per la capigliatura che per la cute, si può alternare una volta al mese con impacchi settimanali di olio di Neem, acqua e olio di mandorle.

14 ottobre 2013
I vostri commenti
Valentina, lunedì 3 febbraio 2014 alle8:52 ha scritto: rispondi »

Salve vorrei sapere se è meglio olio di neem o di argan x la psioriasi. ?

Giusy , sabato 1 febbraio 2014 alle22:06 ha scritto: rispondi »

Esiste una ricetta x fare il sapone in casa x la psoriasi? Grazie....

Lascia un commento