Il miele sarebbe un valido aiuto nella prevenzione dell’infarto del miocardio. Lo rivela uno studio della Washington University. Potrebbe essere merito del trealosio, uno zucchero naturale contenuto proprio nel miele. Il trealosio attiva una proteina che avvia il processo di rimozione della placca dalle arterie.

=> Scopri come scegliere il miele giusto per le varie malattie

La placca si forma all’interno delle arterie in una condizione chiamata aterosclerosi. I vasi sanguigni diventano meno elastici e questo processo mette l’organismo a rischio di ipertensione e di malattie cardiache. La ricerca è stata condotta in laboratorio, iniettando in topi a rischio di aterosclerosi trealosio o diversi altri tipi di zuccheri.

I risultati hanno dimostrato che i topi con trealosio avevano delle placche di 0,25 mm di diametro. Gli altri animali che non hanno ricevuto il trattamento con lo zucchero del miele avevano placche di 0,35 mm di diametro, con una riduzione del 30%.

=> Leggi proprietà e ricetta per la tisana miele, limone e cannella

Il trealosio sarebbe capace di attivare la proteina chiamata TFEB, che induce i macrofagi a rimuovere la placca. Lo zucchero naturale del miele non solo migliora il sistema di pulizia delle arterie, ma induce a creare nuove risposte difensive utili all’organismo. Il dottor Babak Razani, autore principale dello studio, ha dichiarato:

Nell’aterosclerosi i macrofagi cercano di correggere i danni alle arterie purificando le aree, ma vengono sopraffatti dalla natura infiammatoria delle placche. Il loro processo di pulizia viene potenziato.

Il trealosio è uno zucchero molto comune in natura. Oltre che nel miele lo possiamo trovare anche nei funghi, nelle aragoste e nei gamberi.

13 giugno 2017
Lascia un commento