La micosi delle unghie o onicomicosi è un problema che si manifesta quando un dito o più vengono infettati da un fungo. La sintomatologia visiva si fa via via più evidente con il procedere del fastidio e può portare nei casi più gravi alla rimozione per via chirurgica dell’unghia stessa. Esistono tuttavia alcuni rimedi naturali e alcune pratiche quotidiane per intervenire nei casi più lievi o come attività di prevenzione.

Il processo di infezione della micosi delle unghie prevede l’iniziale “macchiatura” bianca o giallastra dell’unghia, con il possibile inspessimento e aumento della fragilità della stessa. Può interessare le dita sia dei piedi che delle mani, anche se quest’ultime sono di solito meno interessate dal fenomeno rispetto alle estremità inferiori.

L’onicomicosi può diventare davvero molto fastidiosa qualora il fungo che ha infettato l’unghia si insidia nella parte inferiore della stessa, aumentando sia la sintomatologia dolorosa che quella visiva. Ecco alcuni rimedi naturali che potranno permettere di alleviare i sintomi e intervenire nei casi più lievi. Opportuno anche in questi casi il consulto con il proprio medico curante, così da evitare di sottostimare il problema e valutare eventuali controindicazioni specifiche al proprio caso.

Rimedi naturali contro l’onicomicosi

Contro la micosi delle unghie uno dei rimedi più consigliati è l’aceto, il cui utilizzo si è già dimostrato utile nel combattere la muffa sui muri. Basterà riempire una bacinella per un terzo di aceto bianco e per due terzi d’acqua tiepida, lasciandovi poi i piedi in immersione per circa 15-20 minuti una volta al giorno. I soggetti più sensibili potrebbero mostrare casi di irritazione della pelle, il consiglio in questi casi è di aumentare la proporzione in favore dell’acqua, riducendo di conseguenza la parte di aceto.

Un altro rimedio naturale consigliato per combattere funghi e batteri che possono colpire le unghie è l’aglio, grazie al suo elevato potere antibatterico e antimicotico naturale. Possibile sfruttarlo riducendo a poltiglia uno spicchio e applicandolo poi sulla parte interessata, avvolgendola infine con una garza sterile.

In alternativa le proprietà curative dell’aglio possono essere sfruttate realizzando un composto unendovi le caratteristiche benefiche del limone. Il succo di entrambi questi rimedi andrà poi versato in un po’ di acqua calda, non bollente, da applicare sulle parti interessate o utilizzato per immergervi le unghie doloranti.

Un salutare pediluvio è possibile anche utilizzando il comune sale da cucina, meglio se arricchito con qualche chiodo di garofano per migliorarne l’efficacia antibatterica. Il suo effetto potrà essere inoltre potenziato da un altro rimedio naturale molto indicato per questo fastidio: il tea tree oil.

Utilizzato da solo, il tea tree oil può essere applicato facendone cadere qualche goccia direttamente sull’unghia infettata dalla micosi. In alternativa è possibile scegliere anche con questa soluzione l’applicazione tramite pediluvio, lasciando in immersione per circa 20 minuti le dita dei piedi o delle mani in una bacinella riempita di acqua calda, 2 o 3 cucchiai di sale da cucina e alcune gocce di “olio dell’albero del tè”. In alternativa è possibile utilizzare l’olio essenziale di origano o di calendula.

Micosi delle unghie: alimentazione e consigli utili

A tavola potranno essere d’aiuto alcune semplici accortezze, come il limitare l’assunzione di pane e in generale di prodotti contententi lieviti, tra i quali anche la birra. Consigliato inoltre anche un ridotto ricorso a zucchero o prodotti dolcificati.

La prevenzione è forse lo strumento che più può essere sfruttato quando si parla di alimentazione efficace contro la micosi. Benvenuti a tutti quegli alimenti o bevande che sappiano tenere alte le risposte immunitarie dell’organismo, principale difesa contro l’aggressione fungina. Tè Pu-Erh, yogurt e un elevato consumo di frutta e verdura di stagione possono rappresentare ottime e gustose soluzioni.

Per quanto riguarda le pratiche quotidiane molto può essere fatto per ridurre al minimo le possibilità di infezione o di propagazione del problema. Evitare di camminare scalzi su superfici pubbliche, in special modo nei locali doccia di piscine o palestre, asciugare bene le parti a rischio o già infette ed evitare calzini che possano indurre un’eccessiva sudorazione.

È inoltre importante tenere le unghie il più corte possibile, avendo cura di sterilizzare eventuali strumenti utilizzati (forbici, tagliaunghie, pinzette ecc.) qualora fossero già infette. Lavare in lavatrice con acqua calda i calzini e gli indumenti venuti a contatto con le parti interessate, avvisando il proprio medico curante in caso di aggravamento della sintomatologia.

22 gennaio 2014
I vostri commenti
rosa, mercoledì 2 novembre 2016 alle15:07 ha scritto: rispondi »

save ho anch'io questo problema e sto cercando qualcosa di efficace e risolutivo

Lorena, mercoledì 12 ottobre 2016 alle10:22 ha scritto: rispondi »

Ho curato una micosi all'unghia dell'alluce con applicazioni di tea tree oil e ha funzionato. Circa tre settimane di tempo e si è risolto il problema. Ora ho una irritazione con forte prurito e bruciore tra le dita con vescicole piccolissime e pelle screpolata. Temo sia una micosi tipo piede d'atleta forse dovuto all'uso quotidiano di scarpe da tennis. Proverò nuovamente a usare il tea tree sperando mi aiuti.

Elonora, mercoledì 5 ottobre 2016 alle7:55 ha scritto: rispondi »

Salve io ho micosi piedi e mani un consiglio grazie!

stralisco, domenica 24 luglio 2016 alle13:40 ha scritto: rispondi »

è la normale candeggina, ma la concentrazione al 12% utile per questo problema, credo lo preparino solo in farmacia. non provare con la candeggina del supermercato!

Nico, giovedì 21 luglio 2016 alle14:18 ha scritto: rispondi »

Ci vorranno mesi. Bisogna dar tempo all'unghia di crescere priva dell'infezione. Se curato correttamente il fungo muore ma l'ispessimento dell'unghia sparisce con la ricrescita.

Lascia un commento