Lo stoccaggio dell’energia fotovoltaica per uso domestico potrebbe toccare quota 2.5GW entro il 2017: a parlare di boom è IHS, che in un rapporto analizza l’andamento della produzione di energia fotovoltaica per l’auto consumo domestico.

La motivazione principale della prevista crescita, secondo gli analisti, sarebbe la possibilità di ammortizzare i costi in aumento a causa della fine delle agevolazioni pubbliche, con gli impianti residenziali e i sistemi di stoccaggio.

Le batterie per il fotovoltaico stanno guadagnando pubblico in Germania, grazie a una recente legge che offre un sostegno per coprire i costi iniziali dei impianti residenziali su piccola scala, provvisti di sistemi di stoccaggio.

Abigail Ward, analista di IHS spiega:

Chi ha un impianto fotovoltaico residenziale sta cercando di massimizzare il consumo dell’energia che genera: questo perché la diminuzione degli incentivi e l’aumento del prezzo dell’energia rende sempre meno conveniente acquistarla dalla rete.

Attualmente i costi da sostenere per un impianto residenziale provvisto di batterie di accumulo sono troppo elevati rispetto all’acquisto dell’energia dalla rete: ma agevolazioni come quelle tedesche potrebbero ribaltare gli scenari.

Secondo IHS, entro i prossimi 5 anni il costo di questi sistemi si potrebbe ridurre del 45%, grazie soprattutto alla diminuzione dei prezzi delle batterie: da lì in poi decidere di auto produrre energia potrebbe diventare più conveniente che acquistarla.

La soluzione dell’accumulo permette al proprietario di gestire l’energia direttamente: decidere quando usarla e quando metterla da parte per un consumo successivo. In molti Paesi, sarà la crescita della domanda per i sistemi di stoccaggio ad aiutarci a raggiungere la grid parity

Ma, spiegano da IHS, questo vale anche per i sistemi su larga scala: si prevede, infatti, che questi tipi di progetti raggiungano, sempre entro il 2017, quota 6GW.

2 agosto 2013
Fonte:
I vostri commenti
enrico, lunedì 21 ottobre 2013 alle17:58 ha scritto: rispondi »

Vorrei sapere se attualmente l'Enel ammette l'installazione di un sistema di accumulo. Io nella mia casa ho un impianto fotovoltaico di 3kw . Vorrei sapere cosa verrebbe a costare attualmente un impianto di accumulo e valutare se conveniente o meno rinunciare agli incentivi statali. Grazie

Edoardo, martedì 24 settembre 2013 alle16:23 ha scritto: rispondi »

Il 20 settembre il GSE emana una direttiva che cita: " Con riferimento alle richieste di chiarimenti pervenute al GSE in merito alla possibilità d’installazione di sistemi di accumulo su impianti già ammessi agli incentivi, si precisa quanto segue. Nelle more della definizione e della completa attuazione del quadro normativo e delle regole applicative del GSE per l’utilizzo dei dispositivi di accumulo, ai fini della corretta erogazione degli incentivi, non è consentita alcuna variazione di configurazione impiantistica che possa modificare i flussi dell’energia prodotta e immessa in rete dal medesimo impianto, come ad esempio la ricarica dei sistemi di accumulo tramite l’energia elettrica prelevata dalla rete. A tal proposito si rammenta che il GSE, nel caso in cui dovesse accertarne la sussistenza, nell’ambito delle verifiche effettuate ai sensi dell’art. 42 del Decreto Legislativo 28/2011, applicherà le sanzioni previste dal medesimo articolo, ivi inclusa la decadenza dal diritto agli incentivi e il recupero delle somme già erogate." Cosa significa? che non possono più esserci accumulatori in presenza di impianto fotovoltaico?

Giovanni, lunedì 23 settembre 2013 alle19:20 ha scritto: rispondi »

Le batterie di accumulo sono una ottima soluzione per il completamento dell'impianto fotovoltaico già istallato.

mario errico, martedì 17 settembre 2013 alle18:26 ha scritto: rispondi »

Avrei necessità di approfondire l'argomento. Vorrei realizzare in autonomia un impianto con accumulo per la mia casa.Grazie Mario

Antonio, sabato 14 settembre 2013 alle13:55 ha scritto: rispondi »

Io ho gia' un impianto fotovoltaico da 3KV, posso aggiungere in seconda battuta un sistema di accumulo ? di quanto spazzio ci sarebbe bisogno? grazie

Lascia un commento