Finanziamento fotovoltaico: le banche che concedono prestiti

Molti di noi, pur desiderando fare di più per l’ambiente, spesso si fermano di fronte a spese previste troppo alte per il nostro portafogli. Anche laddove ci si trovi di fronte a buoni investimenti, come l’installazione di pannelli fotovoltaici, spesso la spesa iniziale ci spaventa lo stesso; o peggio richiederebbe un capitale superiore a quello per ora a disposizione.

Sono molte ormai le banche che offrono prestiti per il fotovoltaico. Soprattutto per quanto riguarda le fonti rinnovabili, dove sono previsti ancora finanziamenti statali cospicui, non manca la possibilità di ricevere una copertura delle spese iniziali anche del 100%. Quella che segue è una lista parziale, ma molto indicativa, dei servizi messi a disposizione dalle principali banche italiane:

  • Banca Etica: Il Progetto Energia;
  • Intesa San Paolo: Prestito Ecologico e Finanziamento Energia Business;
  • BNL: Prestito Energia e Mutuo energia verde;
  • Unicredit: Finanziamento Fotovoltaico;
  • Cariparma: Energicamente Gran Prestito e CariParma Energia.

Il consiglio che vi diamo, allora, è quello di informarvi bene, valutare tutte le proposte, in modo da arrivare all’opzione a voi più favorevole. In questi giorni pubblicheremo vari articoli specifici per ognuna di queste proposte; in questo modo potrete iniziare a orientarvi nella scelta.

Concludiamo ricordando che non è mai una cattiva idea, nella scelta di una banca, valutare anche il grado “eticità” e “eco-sostenibilità” degli investimenti della stessa. Esistono libri e siti Internet sull’argomento e può essere una materia molto più interessante di quanto non appaia all’inizio.

24 giugno 2011
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Massimooos, venerdì 1 luglio 2011 alle11:02 ha scritto: rispondi »

ciao!!! di regola se sei un privato non puoi installare un impianto di grandi dimensioni.... per farlo devi avere partita iva. (il prestito si aggira sui 100 kw costa sui 300000 euro) nel caso peggiore ci sono le assicurazioni che e' obbligatoria su un'impianto fotovoltaioco.... DIMENTICAVO: 100 KW DI IMPIANTO SUI 100000 EURO DI PRODUZIONE DI ENERGIA E SERVONO 1000 METRI QUADRI DI TERRENO) Spero di esserti stato di aiuto massimooos@hotmail:disqus .it  

Raffaele Bassetti, sabato 25 giugno 2011 alle22:31 ha scritto: rispondi »

salve, il mio dubbio principale è : cosa avviene se per un qualsiasi motivo non si riesce più a pagare la rata dell' impianto ?? es. se facessi un impianto di produzione e vendita di energia con apposita partita iva, diciamo sui 34 kw , su un terreno con apposita struttura....  a un certo punto non riesco più a pagare la rata, perchè che ne so, ci sono problemi con la produzione o con l'accredito della tariffa del conto energia...chi lo sa, nn ci si può mai fidare oggi come oggi e nn si può mai sapere cosa può accadere. la banca cosa fa? pignora semplicemente l' impianto, e viene a riprenderselo, e io ho perso solo tempo e lavoro.... oppure finisce che devo risponderne coi soldi miei, e in questo caso ho perso soprattutto soldi oltre che tempo e lavoro??? e si capisce bene che questo non sarebbe un semplice impianto da mettere sul tetto... sarebbe minimo 12 volte un impianto normale..... in pratica...la banca chiede garanzie personali? conoscete banche che danno finanziamenti senza richiesta di particolari garanzie per fotovoltaico? io tendo a considerare in ogni investimento anche l' ipotesi peggiore, non si sa mai ....

Lascia un commento