Negli ultimi giorni un dibattito si è generato in rete in merito alla dieta vegetariana per gli animali da compagnia, in particolare i gatti. Escludere la carne dal cibo dei nostri amici a quattro zampe non sarà dannoso?

Le posizioni a riguardo sono le più disparate e provengono sia da associazioni per i diritti degli animali che da nutrizionisti veterinari. E le convinzioni sono ovviamente opposte: mentre i gruppi di pressione vegetariani vorrebbero un’alimentazione fatta di frutta e ortaggi per i loro gatti, lo stesso non è supportato dai medici, che ricordano come la carne sia un alimento irrinunciabile per la natura dei felini.

Paw Nation ha cercato di fare una sintesi di tutte le posizioni, per permettere al consumatore di effettuare una scelta consapevole per l’alimentazione dei propri mici. Dalla parte dell’alimentazione vegetariana vi è la PETA che, tuttavia, articola la propria posizione oltre alla semplice nutrizione. È infatti vero che i gatti sono storicamente carnivori, ma oggi non vi è molto spazio di fiducia sulle società che producono mangimi e scatolame a base di carne, soprattutto sui metodi di macellazione dei capi. Il vegetarianesimo, perciò, diventerebbe una necessità. Così si è espressa Kathy Guillermo, vicepresidente delle indagini di laboratorio PETA:

«Una dieta vegetariana per il proprio animale da compagnia è eticamente coerente con la filosofia dei diritti degli animali. La prima preoccupazione di PETA sul cibo per gli animali da compagnia sono i molti prodotti disponibili inutilmente testati sugli animali.»

Non è dello stesso avviso, però, l’American Society for the Prevention of Cruelty to Animals:

«Di primo acchito, i gatti possono apparire in forma dopo una dieta vegetariana o vegana. Ma nel tempo posso apparire delle deficienze nutrizionali. Quando si parla di felini, è davvero meglio ricorrere a una dieta che includa la carne.»

James Peden, proprietario di una startup per la vendita di cibo vegano per gatti, sostiene invece che una giusta compensazione di vitamine da origine vegetale fornisce tutto quello di cui il micio ha bisogno, portando a riprova alcuni studi su adeguati livelli di vitamina B12 e taurina nei gatti vegani. Di contro, vi è il giudizio negativo della The Vegetarian Society of the United Kingdom, che sottolinea come la carne sia essenziale ai gatti:

«Riflettete attentamente prima di cambiare la dieta del gatto in vegetariana. I gatti hanno bisogno di alcuni nutrienti che non possono essere ottenuti in quantità sufficiente dalle piante.»

19 aprile 2012
Fonte:
I vostri commenti
Nico, lunedì 28 agosto 2017 alle12:46 ha scritto: rispondi »

Vegetariano da piu di 10 anni, e da qualche anno Vegan. Mi spiace, ma do il mio modesto parere. Non è corretto ne a livello etico ne a livello veterinario "trasformare" il gatto in vegan! Mi spiace ma dal mio punto di vista è assurda sta cosa.. L uomo puo stando attendo a come si alimenta decidere do togliere carne, pesce e derivati... Se vogliamo fisiologicamente saremo frugivori che pero se vogliono possono mangiare carne e pesce a piccolissime quantita. Comei primati piu vicini a noi che mangiano in prevalenza frutta e pochi insetti/formiche. Ma mi spiace ma i gatti sonp felini.. Sono carnivori e stop. Al tal punto che non rouscirete mai a togliere l istinto do cacciare prede ad un gatto. Nemmeno dopo anni di segregazione in casa. Quindi io amo i miei gatti e crwdo sia giusto far mangiare loro cibi sani(no roba scatolata da supermercato piena di cereali) ma cibo comprato di altissima qualita o cucinato da me, piu tutte le piccole prede che prendono naturalmente ed instintivamente in giardino. Non posso obbligare un felino che naturalmentw e fisiologicamente è carnivoro ad una dieta vegetale. Non è etico, giusto e salutare. Questa è una mia opinone.

Luce, domenica 23 ottobre 2016 alle0:19 ha scritto: rispondi »

Samuele.C ne il gatto ne il cane possono essere vegetariani ne vegani o adnranno a seri pericoli di salute. Chi tiene davvero agli animali non li torturerà mai con una dieta così dannosa.

marika, lunedì 3 ottobre 2016 alle21:21 ha scritto: rispondi »

ciao, io ho un gatto di circa un anno che mangia di tutto, dalla carne, al pesce, ai legumi, alla frutta, verdura, insomma quasi onnivoro. Ora che stiamo convivendo con un'altra famiglia con un altro gatto però di 15 anni, alimentato finora solo a bustine e con da tempo problemi di vomito, perciò da un po' mi stavo interrogando se l nostro gatto mangiasse bene, visto che gli diamo spesso da mangiare il cibo cucinato da noi.... cmq, ok cercare un cibo salutare per loro, confezionato, completo, secco o umido, ma dare loro da mangiare cibo solamente vegetariano...daaaiiii.....e sono vegetariana anche io.

chiara, venerdì 2 settembre 2016 alle15:44 ha scritto: rispondi »

sono così felice di leggere il tuo commento in mezzo ad una serie di stupidaggini terrificanti, anch'io sono vegetariana e voglio smettere di comprare crocchette che alimentano l'allevamento intensivo! ho già letto studi significativi in cui è riscontrata la salutarità di un alimentazione vegetariana, e soprattutto dove viene espressa una considerazione sulla quale pochi o nessuno ha riflettuto, le crocchette di carne sono comunque un alimento sbagliato per gli animali in quanto vengono trattate industrialmente (quindi private di tutti gli elementi benefici, che vengono poi reintegrati chimicamente) e cotte ....cani e gatti si cuociono la carne forse? :)

Samuele.C, domenica 21 agosto 2016 alle20:58 ha scritto: rispondi »

Pazzi psicotici senza controllo, In danneggiamento di veri innocenti... A differenza del cane (onnivoro) il gatto è classificato come un Grande carnivoro, infatti il gatto mangia l'erba solo per vomitare e/o ripulirsi del pelo ingerito...

Lascia un commento