Si è discusso spesso delle più singolari abitudini alimentari dei cani, se così possono essere definite. Molti amici a quattro zampe, infatti, cercano di ingurgitare qualsiasi prodotto capiti nel loro raggio d’azione, indipendentemente sia commestibile o meno. Da giocattoli a utensili per la casa, passando per elastici e stoffa, il tutto si trasforma in una corsa dal veterinario e in un successivo, e spesso doloroso, intervento di rimozione. Proprio in tema di stranezze alimentari da parte dei quadrupedi, Vets4Pets ha rilasciato pochi giorni fa un’incredibile classifica: dalla lingerie alle fruste per cavalli, Fido ingurgita davvero di tutto.

La singolare classifica, stilata in base ai più inusuali oggetti estratti dallo stomaco dei cani, è nata per ricordare ai proprietari come sia necessario prestare sempre attenzione al comportamento degli amici a quattro zampe. Molti esemplari, infatti, potrebbero essere tratti in inganno da un giocattolino colorato o, più semplicemente, potrebbero non resistere al desiderio di mordicchiare qualsiasi cosa risulti ad altezza di fauci.

Gli oggetti più comuni sono le palline, in particolare quelle da golf e da ping pong, ma anche vari indumenti e strumenti di bellezza: calzini, lacci delle scarpe, elastici, fermagli e via dicendo. La famelica curiosità ha però un vincitore, almeno nel Regno Unito: lo scorso anno un veterinario di Newton Abbot, nel Devon, ha dovuto rimuovere dall’apparato digerente di un Boxer addirittura un frustino per cavalli. Ma che fare per evitare che l’animale domestico prosegua in questo comportamento, rischiando anche la vita? A fornire una risposta ci pensa Huw Stacey, direttore dei servizi clinici di Vets4Pets:

Lingerie e calzini non sono oggetti rari mangiati dai cani, ma è altamente improbabile scoprire non appartengano al proprietario o al suo partner. In queste occasioni il ruolo del veterinario è semplicemente quello di rimuovere l’oggetto e assicurare che il cane si riprenda prima di ritornare a casa. Naturalmente i cani consumano oggetti lasciati incustoditi nell’appartamento, in giardino o all’aperto, quindi è importante che il proprietario sia sempre cosciente di quel che l’animale stia facendo, in caso di emergenze.

L’unica soluzione è quindi maggiore attenzione da parte dei proprietari, ma come si compone la classifica delle più singolari stranezze ingerite nel 2015? Al primo posto vi è la lingerie del “non-partner” del proprietario, un modo forse non proprio piacevole di scoprire un possibile tradimento. Segue il già citato frustino, quindi un tappeto ingoiato per intero, degli aghi da maglia, un pollo di gomma, delle decorazioni natalizie e, per finire, una bambola deglutita per la sua altezza, testa esclusa.

4 gennaio 2016
Immagini:
I vostri commenti
Daisy, martedì 5 gennaio 2016 alle19:20 ha scritto: rispondi »

La mia ghiottissima di carta e pane

Lascia un commento