L’amazzonite è una pietra molto efficace per la comunicazione: in cristalloterapia è particolarmente indicata quando si ha paura di dire la verità o esprimere il proprio pensiero. Per stimolare l’interazione con gli altri, anche in ambito lavorativo, è perciò importante mantenere l’amazzonite all’interno del proprio campo aurico per ottenere il successo desiderato.

L’amazzonite ha molte proprietà metafisiche e vibra sia col chakra della gola che con il chakra del cuore. In questo modo si stimola una comunicazione diretta, che venga appunto dal cuore, e si incentivano parole autentiche, affinché i discorsi siano allineati al proprio modo d’essere senza che si subisca l’influenza dettata dalle regole e dalle convenzioni sociali.

Allo stesso modo, l’amazzonite aiuta a mantenere calma e sangue freddo, soprattutto quando si è particolarmente irascibili e appassionati nell’esprimere le proprie opinioni, evitando così situazioni imbarazzanti e difficilmente recuperabili con l’interlocutore.

Significato e provenienza dell’amazzonite

Il nome di questa pietra deriva dal Rio delle Amazzoni, uno dei bacini dove il minerale è presente in grandi quantità. L’amazzonite si trova anche in Madagascar, in Russia, in Canada, in Namibia, in Mozambico, in India, in Brasile e negli Stati Uniti. Il suo colore varia da un verde pallido a un turchese intenso, passando per tonalità come il verde-azzurro. Le pietre più scure in genere hanno una vibrazione più intensa, ma anche quelle più chiare sono molto efficaci.

L’amazzonite è stata molto usata nei secoli: già gli impieghi documentati degli Egizi permettono di comprendere quanto fosse importante nei tempi antichi. Ad esempio, parte del “Libro dei Morti” è stato inciso proprio su questo minerale. Non ultimo, si ritiene probabile che l’amazzonite fosse la terza pietra presente nella corazza di Mosè. Gioielli di amazzonite sono stati poi trovati nella tomba del faraone egiziano Tutankamen. È stata una pietra molto sfruttata in antichità per realizzare amuleti, tanto che gli assiri la collegavano al dio Belus.

Chi dovrebbe utilizzarla

Indossare gioielli di amazzonite rende semplice tenere questo cristallo in contatto col proprio corpo. Può essere molto utile se si sta lavorando con la parola o con la comunicazione, considerando come aumenti l’energia del chakra della gola. Inoltre, il minerale vibra intensamente con il chakra del cuore: questo stimola la sincerità e la verità, comunicando solo quello che si sente e si pensa per davvero.

I cristalli di amazzonite sono ottimi strumenti per alleviare lo stress e, allo stesso tempo, sono suggeriti per energizzare l’organismo. Aiuta anche a superare i traumi che si subiscono in seguito a forti scontri verbali, che possono provocare paura, risentimento e conflitto. È stata chiamata non a caso “la pietra della speranza”, in quanto ispira fiducia e sicurezza in sé.

Ancora, è potente nel riequilibrare le energie maschili e femminili, quindi aiuta a ripristinare e guarire eventuali aree problematiche all’interno del proprio campo eterico, infondendo rinnovamento nel corpo fisico. Infine, secondo molti appassionati di cristalloterapia, si tratterebbe di una delle pietre curative più efficaci per contrastare le onde elettromagnetiche emesse da telefoni cellulari o forni a microonde. Posizionare una piccola pietra di amazzonite sulla scocca dello smartphone o accanto al computer potrebbe assorbire l’energia indesiderata.

20 ottobre 2014
Lascia un commento