Cani e gatti sono da secoli abituati a vivere a stretto contatto con l’uomo e, ovviamente, convivono con i più svariati oggetti che popolano le case dei loro padroni. Ma quali sono i pericoli a cui Fido e Micio potrebbero essere esposti in un’abitazione?

Non sempre i proprietari colgono tutti i rischi che una casa nasconde per gli animali domestici. Si è parlato diffusamente delle piante dannose per cani e gatti, di quali siano i mobili migliori per il loro accudimento, ma raramente si pensa a oggetti apparentemente innocui come un detergente oppure un braccialetto. Di seguito, una lista di 10 strumenti casalinghi da tenere decisamente sotto controllo:

  1. Vernice: sono in molti a divertirsi con il fai da te, magari ridecorando una parete o dipingendo un vecchio mobile. Ma pittura e vernici sono un vero e proprio attacco alla salute di cani e gatti, sia per le esalazioni in fase d’asciugatura che per l’ingestione accidentale. Meglio, perciò, lasciare gli animali in giardino durante queste operazioni;
  2. Pesticidi: bisogna fare attenzione anche a piante e al manto erboso del proprio giardino. Pesticidi che a noi appaiono innocui possono essere letali per gli animali domestici, in particolare quelli a base di permentina e derivati;
  3. Gadget fluorescenti: gli oggetti che si illuminano al buio, come i braccialetti, possono contenere un liquido chimico. Non è tossico per l’ingestione, ma ha un sapore terrificante. Sono sempre di più i gatti che ne entrano in contatto, portati dal veterinario in preda ad attacchi di panico aggressivi. Fortunatamente si tratta solo di una reazione al pessimo gusto del composto;
  4. Topicidi: attenzione ai ritrovati chimici per sbarazzarsi dei topi domestici, soprattutto se in granuli o polpettine. Cani e gatti non sono in grado di riconoscerne il pericolo e, se ingeriti, possono portare alla morte;
  5. Detergenti: anche la pulizia della casa non è un compito da prendere alla leggera. Spesso ci si dimentica che gli animali domestici vivono a livello del pavimento, quindi sono più soggetti a esalazioni nocive, come quelle di ammoniaca e candeggina;
  6. Antipulci: ogni animale ha il proprio specifico antipulci. Come già ricordato in precedenti articoli, mescolare l’antipulci del cane con quello del gatto è pericolosissimo: i prodotti canini sono neurotossici per il micio;
  7. Gigli: un fiore bello e delicato come il giglio è una delle principali cause d’intossicazione di cani e gatti, soprattutto in caso di ingestione di foglie e gambi;
  8. Xilitolo: rende i denti più forti, ma è tossico per i cani, perché abbassa la loro pressione fino al collasso. Dentifrici e gomme da masticare, perciò, dovrebbero essere sempre conservati in luoghi non accessibili agli animali domestici;
  9. Uvetta, canditi e cioccolato: tre prodotti scarsamente digeriti, se non tossici per il fegato, da cani e gatti. Si contano almeno 21 intossicazioni ogni giorno in USA per ingestione accidentale di questi gustosi prodotti dolciari;
  10. Farmaci: una delle cause più frequenti di intossicazione – e morte – di cani e gatti è l’ingestione accidentale di farmaci pensati per gli umani. Ogni medicinale deve essere conservato in una stanza inaccessibile a Fido e Micio.

11 ottobre 2012
Lascia un commento