• GreenStyle
  • Salute
  • Tumori al colon-retto: il 5% è dovuto a un’alimentazione sbagliata

Tumori al colon-retto: il 5% è dovuto a un’alimentazione sbagliata

Tumori al colon-retto: il 5% è dovuto a un’alimentazione sbagliata

Tra le maggiori cause lo scarso consumo di cereali integrali e di latticini e un elevato apporto nutritivo da carni processate.

Se è vero che la dieta può aiutare a prevenire il rischio di contrarre alcuni tipi di tumore, è vero anche che una dieta sbagliata può peggiorare la situazione. Ben il 5% delle diagnosi di tumore al colon-retto potrebbero essere evitate grazie a una corretta alimentazione. Parliamo di oltre 80 mila nuovi casi di cancro al colon, registrati in un anno negli Stati Uniti, che sarebbero attribuibili a un regime alimentare errato.

Un nuovo studio condotto dai ricercatori della Tuffs University di Boston e pubblicato su JNCI Cancer Spectrum ha esaminato i tumori al colon registrati negli Stati Uniti nel 2015. Dai dati è emerso che ben il 5,2 % dei casi poteva essere legato a una dieta inadeguata. Tra le maggiori cause di insorgenza c’erano uno scarso consumo di cereali integrali e di latticini e un elevato apporto da carni processate come insaccati, salsicce e wurstel.

Il cancro al colon-retto è quello che può essere maggiormente collegato all’alimentazione. Rappresenta il 38,3% dei casi totali e colpisce persone di sesso maschile di età compresa tra i 45 e i 64 anni. In Italia è il terzo tipo di tumore più comune raggiungendo il 10% delle affezioni totali.

Nonostante la sua incidenza sia maggiore dopo i 50 anni, è in aumento anche tra le fasce di età più giovani. Ciò potrebbe dipendere proprio dalle abitudini a tavola, che possono avere ripercussioni sul lungo periodo.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Smacchiatori naturali per tessuti