Riciclare cornici per decorare casa

Riciclare cornici per decorare casa

Fonte immagine: Unsplash

Riciclare cornici per decorare la casa: ecco alcune idee per trasformare questi vecchi oggetti in veri e propri esemplari di design.

A molti sarà capitato di avere a disposizione delle vecchie cornici all’interno della casa, magari sopravvissute alla caduta di un quadro oppure alla rottura del vetro di protezione di una fotografia. E spesso non solo non è ben chiaro cosa farne, ma anche come smaltirle, considerando come vengano perlopiù prodotte in legno, in metallo oppure in plastica. Perché non approfittarne per un progetto di riciclo creativo, affinché possano trasformarsi in un oggetto per la decorazione della casa?

Le idee da realizzare recuperando vecchie cornici sono davvero moltissime, basta lasciarsi prendere dalla creatività. E alcuni dei progetti che si possono realizzare sono perfetti anche per i più piccoli, così da regalare loro dei momenti di sano divertimento. Di seguito, qualche consiglio.

Cornici vuote per le pareti

Cornice vuota

Uno dei progetti più semplici da realizzare è quello di recuperare vecchie cornici vuote per abbellire le pareti di casa. Basterà realizzare una composizione dalle forme geometriche originali, con dei giochi di colore, affinché questi oggetti si trasformino in perfette soluzioni di arredamento.

Come primo passo, è necessario riverniciare le cornici, soprattutto se ormai molto usurate o macchiate. Per farlo, è sufficiente scegliere delle vernici a seconda del materiale – legno, metallo o plastica – e procedere con le tonalità preferite. Per il legno potrebbe essere indicato una smerigliatura preventiva con della carta vetrata, così da rimuovere difformità e residui di vernice che potrebbero rendere difficile l’assorbimento della pittura. Per il metallo, invece, meglio rimuovere con appositi prodotti i residui di ruggine: si può anche approfittare dei rimedi naturali, come un mix di succo di limone e bicarbonato.

Una volta verniciate, anche di colori diversi, le cornici possono essere appese al muro. Meglio scegliere orientamenti diversi e posizionamenti obliqui, magari abbinando fra di loro anche stili decorativi diversi.

Vassoio e sottovaso

Vassoio

Un altro progetto relativamente semplice prevede la trasformazione delle vecchie cornici in originali vassoi o sottovasi. Servirà procurarsi una lastra di compensato resistente, oppure una lamina metallica, delle stesse dimensioni della cornice. Le lastre dovranno quindi essere applicate sul retro della cornice stessa, fissandole con dei chiodini, delle viti oppure colle apposite dalla grande resistenza.

Realizzata la struttura, è tempo di passare alla verniciatura. Si sceglie ovviamente una vernice adatta per il materiale con cui il frame è realizzato, dopodiché lo si ridipinge a piacere. Se necessario, prima di questa operazione potrebbe essere utile levigare il legno con della carta vetrata. Ottimi i giochi tono su tono, con la superficie interna del vassoio di una tonalità più scura rispetto ai suoi bordi.

Specchio e portafoto

Specchio

Una vecchia cornice, soprattutto se molto vistosa oppure elegante, può trovare anche una nuova vita come specchio. Basterà recarsi in un negozio di fai da te, recuperare una lamina specchiata delle dimensioni del frame e fissarla tramite le apposite scanalature o con dei gancini a “L” di sostegno. Considerando il prezzo solitamente economico delle lastre specchio sul mercato, ci si potrà sbizzarrire con una spesa davvero contenuta.

Altro riciclo creativo interessante vede la trasformazione delle cornici in originali portafoto. È sufficiente fissare delle strisce di filo metallico sul retro della cornice, meglio se in modo obliquo rispetto ai bordi, e appendere le immagini con delle mollette sugli stessi cavi. Ovviamente, si potrà decidere di dipingerne i bordi scegliendo la propria tonalità preferita.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle