Greenstyle Ambiente Cambiamenti Climatici Notte europea dei ricercatori 2020, parola chiave sostenibilità

Notte europea dei ricercatori 2020, parola chiave sostenibilità

Notte europea dei ricercatori 2020, parola chiave sostenibilità

Fonte immagine: Ufficio Stampa

Notte europea dei ricercatori 2020La sostenibilità ambientale è il filo conduttore dell’ultima edizione della Notte europea dei ricercatori 2020. Il calendario delle iniziative ha preso il via da poco grazie al Progetto NET e con il supporto di molti volti noti come Alessandro Gassmann, Mario Tozzi, Luca Mercalli, Gabriella Greison e Lorenzo Baglioni. Una settimana di eventi, webinar dedicati al mondo della scuola, virtual tour nelle sedi degli enti e delle università, incontri con i ricercatori, laboratori e documentari.

Oltre 100 appuntamenti che hanno preso il via il 23 di novembre e che dureranno fino al 28 novembre in streaming, mente i momenti più salienti e clou verranno trasmessi dalle ore 19 del 27 novembre 2020 sulla piattaforma digitale Rai Play. Luca Mercalli nel video di lancio dell’iniziativa ha così voluto raccontare l’iniziativa:

Sta per arrivare la Notte europea dei ricercatori. Gli studiosi del progetto NET Scienza Insieme vi intratterranno con eventi interattivi su temi scientifici di attualità come le sfide globali dei cambiamenti climatici e delle pandemie, il rischio terremoti e tsunami, le minacce delle specie aliene invasive e come funziona un supercalcolatore.

Notte europea dei ricercatori, sostenibilità ambientale tema centrale

Notte europea dei ricercatori 2020

La pandemia in corso ha aumentato maggiormente l’interesse nei confronti dei problemi ambientali che affliggono il Pianeta Terra, il ruolo dell’uomo e le azioni che hanno portato alla problematica relativa ai cambiamenti climatici. Nonostante l’impossibilità di assistere agli incontri e ai laboratori dal vivo Scienza Insieme – NET ha voluto concentrare l’attenzione sulla divulgazione scientifica, con l’obiettivo di contribuire ad aumentare la consapevolezza dei cittadini sulle sfide globali della nostra società.

Tanti gli eventi fruibili online a partire delle attività per le scuole con esperimenti, laboratori, giochi, e poi iniziative per tutti quali talk, lezioni, documentari, tour virtuali, incontri di scienza e molto altro anch’essi all’insegna del green. Al Progetto NET aderiscono dieci fra i più importanti Enti pubblici di ricerca ed Università del nostro Paese: CNR (che ne è anche il capofila), ENEA, INAF, INGV, ISPRA, CINECA, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Sapienza Università di Roma, Università degli Studi della Tuscia, Università Telematica Internazionale UNINETTUNO.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto HORIZON 2020, realizzato con le azioni Marie Skłodowska-Curie e si svolge annualmente in 400 città dell’Unione Europea, coinvolgendo 1,6 milioni di visitatori, migliaia di ricercatori, centinaia di Centri di Ricerca, Enti di ricerca, Università, associazioni e numerosi altri soggetti impegnati nella divulgazione scientifica.

Seguici anche sui canali social