Fusione fredda: al MIT una conferenza il 21 e 23 marzo

Fusione fredda: al MIT una conferenza il 21 e 23 marzo

A 25 anni dall'annuncio di Fleischmann e Pons, una tre giorni di interventi sulla fusione fredda riproporrà al MIT gli studi della Jet Energy.

Ogni tanto torniamo ad occuparci di tutte quel mondo che gira attorno alle LENR ma non fa capo a Andrea Rossi. Tra i protagonisti, come ricorderete, vi sono i responsabili di JET Energy, in qualche modo collegati col MIT. E proprio nei locali del celebre istituto del Massachusetts si avrà presto una tre giorni di dibattiti che si annuncia interessante. Almeno per i curiosi della fusione fredda. A sponsorizzare l’evento proprio la JET Energy.

Il dibattito si terrà il 21 ed il 23 marzo e non sarà un convegno come gli altri. Si festeggiano, infatti, i 25 anni dalla prima storica e discussa conferenza di Fleischmann e Pons. Nonostante per decenni sia detto peste e corna del lavoro dei due fisici, i “figli” ed i “nipoti” di quella conferenza si riuniranno per discutere lo stato dell’arte attorno ai reattori LENR.

Facile immaginare un intervento da parte del Gotha accademico per quello che riguarda questo speciale ambito. Così com’è facile immaginare la non partecipazione di Andrea Rossi che questo tipo di eventi o li organizza lui o li snobba (ma ci piacerebbe venire smentiti).

Al di là delle discussioni teoriche, speriamo che l’occasione serva a presentarci le ultime novità attorno al reattore su cui stanno lavorando alla JET Energy. Ovvero un reattore che ruota attorno al concetto di “Lattice Assisted Nuclear Reaction“, che poi dà il nome all’evento ospitato dal MIT, e che propone una reazione su basi diverse da quelle di Andrea Rossi – a sua volta ispirate al lavoro del fisico Sergio Focardi.

Chi vuole può cominciare a prenotare un posto per l’evento. Visto le piccole dimensioni della sala, gli interessati farebbero bene a sbrigarsi.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Alla scoperta del Monte Amiata