• GreenStyle
  • Salute
  • Inquinamento atmosferico causa più morti che AIDS e diabete

Inquinamento atmosferico causa più morti che AIDS e diabete

Inquinamento atmosferico causa più morti che AIDS e diabete

L'inquinamento dell'aria uccide più di AIDS, diabete e incidenti stradali, la conferma dai dati dell'OMS.

Smog e inquinamento atmosferico uccidono più che AIDS, diabete e incidenti stradali messi insieme. A dichiararlo è l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che mostra i preoccupanti dati relativi alla mortalità mondiale registrati nel 2012. Una morte su otto ogni anno sarebbe da ricondurre alla pessima qualità dell’aria respirata nelle città.

Raddoppiate le stime precedentemente diffuse dall’OMS in relazione alla mortalità associata all’inquinamento dell’aria, la cui contaminazione produrrebbe effetti che vanno ben oltre le malattie respiratorie. Come spiega Maria Neira, direttrice del Dipartimento per la Salute Pubblica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità:

Pochi rischi hanno un maggiore impatto sulla salute globale oggi dell’inquinamento atmosferico. Le prove evidenziano il bisogno di un’azione condivisa per la pulizia dell’aria che noi tutti respiriamo.

Secondo i dati presentati dall’OMS maggiore sarebbe l’inquinamento dell’aria entro le mura domestiche, con un numero di morti superiore a quelle da contaminazione esterna. A far crescere fino a 4,3 milioni il numero di decessi da intossicazione da “interni” (rispetto ai 3,7 mln da inquinamento “esterno”) sono soprattutto le aree a medio e basso reddito del continente asiatico:

Poor women and children pay a heavy price from indoor air pollution since they spend more time at home breathing in smoke and soot from leaky coal and wood cook stoves

Forte viene riconosciuto il collegamento non soltanto tra inquinamento dell’aria e patologie respiratorie o tumorali, ma anche tra il primo e alcune malattie cardiovascolari come infarto e ictus.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social