• GreenStyle
  • Salute
  • Inquinamento atmosferico: bambini esposti più malati da adulti

Inquinamento atmosferico: bambini esposti più malati da adulti

Inquinamento atmosferico: bambini esposti più malati da adulti

Fonte immagine: Pixabay

Inquinamento atmosferico, l'esposizione sin da bambini porta a gravi problematiche in età adulta: lo rivela un nuovo studio.

L’inquinamento atmosferico minaccia la salute sin dalla tenera infanzia, causando problematiche che si trascinano anche in età adulta. È questo il risultato di una ricerca pubblicata sulla rivista Nature Scientific Report e condotta dall’Università di Stanford: l’esposizione ai gas di scarico delle automobili e ad altri inquinanti da bambini può portare a disturbi cardiovascolari in età adulta.

L’esposizione agli inquinanti ambientali avrebbe infatti un effetto dannoso a livello cellulare, tanto da coinvolgere alcuni geni, portando così allo sviluppo di gravi problematiche del cuore, a cui si aggiunge un aumento rischio di asma, difficoltà respiratore e ridotta funzionalità del sistema immunitario.

Inquinamento atmosferico: rischi già da bambini

I ricercatori hanno analizzato un gruppo di bambini di età compresa fra i 6 e gli 8 anni di Fresno, in California, una località dove si registrano alti livelli di inquinamento. La zona è infatti non solo ricca di impianti industriali per la produzione di soluzioni per l’agricoltura, ma è frequentemente colpita dal dramma degli incendi.

Gli esperti hanno confrontato le rilevazioni sulla qualità dell’aria, in particolare i livelli di particolato, con le condizioni di salute dei bambini dopo l’esposizione di un giorno e una settimana, prevedendo poi dei follow up a 1, 3, 6 e 12 mesi di distanza. Ancora, hanno analizzato i dati rinvenuti in base alla diffusione demografica di alcune gravi patologie, nonché allo storico su dati come pressione sanguigna e analisi di laboratorio del sangue. I ricercatori hanno quindi individuato 40 marker cellulari, capaci di influire sulla salute del cuore, del sistema respiratorio e di quello immunitario.

Dall’analisi è emerso come l’esposizione ai PM2.5, al monossido di carbonio e all’ozono porti alla metilazione del DNA, un’alterazione delle molecole del nostro corredo genetico che può essere addirittura passata alle future generazioni. Tale modifica rende più probabile la formazione di placche nelle arterie e altri disturbi cardiovascolari: per questa ragione, l’elevata esposizione a inquinanti sin da bambini può determinare effetti funesti in età adulta. Così ha spiegato Kari Nadeau, direttore del Parker Center negli Stati Uniti:

Questo è un problema di tutti. Quasi la metà degli statunitensi, e la grande maggioranza delle persone nel resto del mondo, vivono in luoghi dove l’aria non è salubre. Comprenderne e mitigarne l’impatto può salvare vite.

Fonte: News-Medical

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle