Greenstyle Ambiente Animali Gabbiano: 10 domande sull’animale guardiano del mare

Gabbiano: 10 domande sull’animale guardiano del mare

Oggi rispondiamo ad alcune domande sul gabbiano, tipo cosa mangia, dove vive e se esiste il gabbiano nero. È pericoloso per l'uomo, quante specie esistono?

Gabbiano: 10 domande sull’animale guardiano del mare

Il gabbiano è un uccello che fa parte della famiglia Laridae, ma in realtà sarebbe più giusto parlare di gabbiani perché ne esistono diversi generi e specie. Il genere principale della sottofamiglia Larinae è Larus. Sono volatili di taglia media e li troviamo soprattutto lungo le coste.

Non è tuttavia infrequente trovarli anche lungo corsi d’acqua interni. Inoltre esistono colonie di gabbiani anche in alcune città, ben distanti dal mare. Ma andiamo a conoscere meglio questo animale.

Una curiosità: ultimamente i gabbiani sono tornati alla ribalta grazie al fatto che sui social è tornata in voga una canzone del 1988 di Gianni Celeste, Povero Gabbiano (Tu Comm’a mme).

Che tipo di animale è il gabbiano?

I gabbiani sono animali gregari e vivono solitamente in grosse colonie. Durante il periodo della riproduzione, però, la coppia diventa maggiormente territoriale e non tollera intrusi nel suo territorio. Le uova vengono deposte fra fine aprile e maggio: solitamente sono deposte tre uova o in una buca sul terreno o su piattaforme su alberi o vegetazione.

Sia maschio che femmina collaborano per allevare i piccoli gabbiani, incubando le uova per 22-26 giorni. Un mese e mezzo dopo la schiusa i piccoli prendono il volo.

La durata di vita media dei gabbiani comune è di circa 18 anni.

Quante razze di gabbiano ci sono?

Più che parlare di razze di gabbiani, bisognerebbe parlare di generi e specie. Del genere Creagrus fanno parte:

  • Creagrus furcatus – gabbiani coda di rondine

Genere Rissa fanno parte:

  • Rissa tridactyla – gabbiani tridattilo
  • Rissa brevirostris – gabbiani tridattilo zampe rosse

Genere Pagophila fanno parte:

  • Pagophila eburnea – gabbiani d’avorio

Del genere Xema fanno parte:

  • Xema sabini – gabbiani di Sabine

Del genere Chroicocephalus fanno parte:

  • Chroicocephalus genei – gabbiano roseo
  • Chroicocephalus philadelphia – gabbiani di Bonaparte
  • C. novaehollandiae – gabbiani australiani
  • Chroicocephalus bulleri – gabbiani di Buller o gabbiani becco nero
  • Chroicocephalus serranus – gabbiani delle Ande
  • C. brunnicephalus – gabbiani testa bruna
  • Chroicocephalus maculipennis – gabbiani capo bruno o gabbiani monaco
  • Chroicocephalus ridibundus – gabbiani comuni
  • C. cirrocephalus – gabbiani testa grigia
  • Chroicocephalus hartlaubii – gabbiani di Hartlaub
  • Chroicocephalus saundersi – gabbiani di Saunders

Genere Hydrocoloeus fanno parte:

  • Hydrocoloeus minutus – gabbianello

Del genere Rhodostethia fanno parte:

  • Rhodostethia rosea – gabbiani di Ross

Del genere Leucophaeus fanno parte:

  • Leucophaeus scoresbii – gabbiani di Magellano
  • Leucophaeus fuliginosus – gabbiani fuligginosi
  • L. atricilla – gabbiano sghignazzante
  • Leucophaeus pipixcan – gabbiani di Franklin
  • Leucophaeus modestus – gabbiano modesto o gabbiano grigio

Per il genere Ichthyaetus:

  • Ichthyaetus relictus – gabbiano relitto
  • Ichthyaetus audouinii – gabbiano corso
  • I. melanocephalus – gabbiano corallino
  • Ichthyaetus ichthyaetus – gabbiani del Pallas
  • Ichthyaetus leucophthalmus – gabbiani occhi bianchi
  • I. hemprichii – gabbiani di Hemprich

Del genere Larus fanno parte:

  • Larus pacificus – gabbiani del Pacifico
  • Larus belcheri – gabbiani coda fasciata
  • L. atlanticus – gabbiani di Olrog
  • Larus crassirostris – gabbiano giapponese
  • Larus heermanni – gabbiani di Heermann
  • L. canus – gavina
  • Larus delawarensis – gabbiani di Delaware
  • Larus californicus – gabbiani della California
  • L. marinus – mugnaiaccio
  • Larus dominicanus – zafferano meridionale
  • Larus glaucescens – gabbiano glauco del Pacifico
  • L. occidentalis – gabbiano occidentale
  • Larus livens – gabbiani zampe gialle
  • Larus hyperboreus – gabbiano glauco
  • L. glaucoides – gabbiani d’Islanda
  • Larus thayeri – gabbiani di Thayer
  • Larus argentatus – gabbiano reale nordico
  • L. smithsonianus – gabbiano reale americano
  • Larus vegae – gabbiani di Vega
  • Larus cachinnans – gabbiani del Caspio
  • L. michahellis – gabbiano reale mediterraneo
  • Larus armenicus – gabbiani d’Armenia
  • Larus schistisagus – gabbiani dorso  ardesia
  • L. fuscus – zafferano

Dove vive il gabbiano?

gabbiano mare

Se parliamo dei gabbiani comuni, li si trova dalle propaggini meridionali della Groenlandia fino all’Asia centrale. Sono molto comuni anche in Europa. Tendenzialmente i gabbiani che vivono nelle regioni nordiche d’inverno tendono a migrare al Sud, mentre le colonie di gabbiani che vivono nelle zone meridionali tendono a essere stanziali.

In Italia vivono diverse specie di gabbiani:

  • gabbiano comune o L. ridibundus
  • gabbiano tridattilo o Rissa tridactyla
  • gabbianello o L. minutus
  • gabbiano reale o L. argentatus
  • gabbiano corallino o L. melanocephalus

Quali sono le caratteristiche del gabbiano?

I gabbiano sono uccelli di taglia piccola-media. Le dimensioni sono variabili a seconda della specie. Per esempio la gabbianella è lunga 29 cm e pesa 120 grammi, mentre il mugnaiaccio è lungo 75 cm e pesa 1,75-2 kg.

Il becco è lungo, forte e ricurvo, mentre le zampe dei gabbiani sono palmate, cosa che permette di nuotare bene in acqua. Le ali sono lunghe, appuntite, con coda corta e quadrata.

Il colore della livrea di solito presenta ali bianche, grigio o nere, talvolta marroni nei giovani. Il colore delle penne cambia dai giovani agli adulti, il tono definitivo arriva fra i due e i quattro anni. In questo lasso di tempo modificano i colori di penne, becco, zampe e anche occhi.

Non c’è differenza di colore del piumaggio fra maschi e femmine, mentre alcune specie variano il piumaggio a seconda della stagione.

Il gabbiano perché ha le zampe palmate?

I gabbiani hanno le zampe palmate per muoversi meglio in acqua. La maggior parte delle specie, infatti, vive lungo le coste, fiumi, laghi o zone paludose.

Esiste il gabbiano nero?

Un gabbiano tutto nero non esiste. Ma c’è il grande gabbiano dal dorso nero che è bianco nella parte anteriore del corpo e nero su quella posteriore, ma con ventre bianco.

Cosa mangia il gabbiano?

I gabbiani sono animali piscivori e carnivori, ma quando hanno fame mangiano tutto. Solitamente la loro dieta si compone di pesci e uova, ma non disdegnano di mangiare carogne di altri animali morti, avanzi, insetti, vermi e rifiuti dell’uomo.

Quelli che abitano in città si nutrono anche di altri uccelli più piccoli, topi e ratti. Occhio che tendono a rubare qualsiasi cosa di commestibile abbiate in mano.

Chi sono i predatori del gabbiano?

Predatori naturali dei gabbiani sono le aquile e i falchi, i rapaci in generale.

Dove vanno a dormire i gabbiani di notte?

gabbiani

I gabbiani di notte dormono in cavità o ripari sulla terraferma in modo da essere al sicuro dai predatori. A volte li si vede vivere in grosse colonie anche in spazi aperti: in questo modo possono avvistare più facilmente i nemici o pericoli.

Ci sono poi anche delle piccole variazioni a seconda della specie. Il gabbiano tridattilo, per esempio, è noto per essere l’unica specie che vive in alto mare, torna a terra solamente per riprodursi.

Sono pericolosi i gabbiani?

I gabbiani sono pericolosi per l’uomo? Dipende. Un singolo esemplare, se infastidito, può dare una beccata e fare male. A volte, soprattutto quando si ha del cibo in mano, più gabbiani possono collaborare per rubarlo e allora qualche problema in più lo possono causare.

Ma a meno di non essere in Uccelli di Alfred Hitchcock, il problema non sono le possibili aggressioni dei gabbiani, ma il fatto che possono diffondere sporcizia. Mangiano i rifiuti spargendoli in giro o lasciando carcasse di roditori intorni e, potenzialmente, possono essere diffusori di malattie e patogeni che possono contagiare anche l’uomo.

Seguici anche sui canali social