Facebook: energie rinnovabili per il nuovo data center in Texas

Facebook: energie rinnovabili per il nuovo data center in Texas

Fonte immagine: Facebook

Facebook costruirà un nuovo data center ecologico in Texas: la struttura sarà alimentata interamente da fonti energetiche rinnovabili.

Un nuovo data center ecologico sarà realizzato da Facebook. Il popolare social network ha annunciato il progetto per la realizzazione di una struttura destinata ad assicurare continuità alle proprie attività, la cui continua crescita richiede costanti investimenti per l’adeguamento tecnologico dell’azienda.

Il data center sarà costruito a Fort Worth, in Texas, e sarà il quinto per Facebook andando ad aggiungersi a quelli attivi in Oregon, nell’Iowa, nel Nord Carolina e in Svezia, con quest’ultimo che resta per adesso l’unico centro dati ubicato fuori dagli USA.

Il nuovo data center rispecchierà la filosofia innovatrice di Facebook e potrà vantare una piena efficienza energetica grazie all’uso di fonti rinnovabili. L’approvvigionamento energetico sarà garantito da un campo eolico di 17.000 ettari situato a poco meno di 150 chilometri di distanza dalla struttura, con un complessivo guadagno per la rete elettrica di circa 200 megawatt.

L’intera progettazione del sito terrà conto dell’impatto ambientale e particolare importanza potrebbe avere la scelta fatta per il raffreddamento dell’impianto, che sarà assicurato da un sistema in grado di sfruttare l’aria esterna per abbattere il consumo di corrente.

La società di Mark Zuckerberg si conferma in questo modo una delle aziende più attente all’ambiente, come dimostrato già con il centro dati dell’Iowa, anch’esso alimentato interamente da energia pulita, e con l’efficienza generale delle proprie strutture che più volte è stata motivo di vanto per il social network americano.

Oltre ai vantaggi ambientali e d’immagine, la politica filo-ambientalista di Facebook ha anche dei positivi risvolti economici, tanto che l’applicazione di questo tipo di soluzioni ha fruttato al gruppo un risparmio di quasi due miliardi di dollari negli ultimi tre anni.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia