Dieta Dimagrante Vegana

Dieta Dimagrante Vegana

Consigli su come dimagrire vegano: quali alimenti prediligere e quali sono le porzioni per perdere peso?

Seguire una dieta vegana fa dimagrire? Dipende. La perdita di peso infatti non dipende dal tipo di alimenti che si assumono ma dalla quantità di calorie e di grassi introdotte durante la giornata, dunque se si decide di diventare vegani per una questione puramente estetica si deve prestare una forte attenzione: sebbene ipocalorico, il menu quotidiano deve essere equilibrato, altrimenti si rischia di avere carenze nutrizionali.

La dieta vegana potrebbe comunque agevolare un dimagrimento sano soprattutto a causa dell’alto apporto di fibre contenute negli alimenti chiave di questo regime alimentare. Quando si mangiano infatti cibi ricchi di fibre, si potrà avere un intestino pulito, libero da ogni tipo di tossina. I prodotti di origine animale non contengono fibre e pertanto finché continueranno a mangiare questi alimenti, gli onnivori avranno più difficoltà di un vegano nel perdere peso.

Dieta vegana: consigli per perdere peso

Innanzitutto bisogna assicurarsi di rispettare la piramide alimentare vegan (nell’immagine di seguito) poiché rappresenta un ottimo punto di partenza per comprendere i vari gruppi di alimenti necessari a seguire una dieta equilibrata. Ma questa piramide è stata creata per la popolazione vegan generale e va pertanto modificata per perdere peso: ad esempio, la quantità di cereali consigliata al giorno è di 6-11 porzioni, ma 11 porzioni sono davvero tante, quindi nel caso in cui si voglia dimagrire è assolutamente necessario optare per il numero minimo consigliato (6 porzioni).

Piramide alimentare vegana
Piramide alimentare vegana

Sperimentate con i cereali integrali, meno calorici di quelli classici e contenenti comunque tutte le sostanze nutritive di cui si ha bisogno. Sono carboidrati complessi sani che il nostro corpo sfrutta per produrre energia, ma alcuni (come il grano) sono più difficili da digerire. Sperimentate cercando quelli che riuscite a digerire meglio e più in fretta.

Attenzione agli zuccheri aggiunti, che sono da evitare per favorire invece quelli naturali, contenuti ad esempio nella frutta. Sconsigliati pertanto i succhi di frutta, una fonte non necessaria di zuccheri e privi di fibra: si dovrebbe optare esclusivamente su frutta fresca o frullati fatti in casa. Ottima la verdura a foglia verde, come il cavolo, le cime di rapa, i broccoli e via dicendo, che forniscono al corpo nutrienti vitali tra cui il calcio, e aiutano molto nella perdita di peso.

Come per ogni dieta, anche in quella dimagrante vegana bisogna bere molta acqua, circa 8 o 12 bicchieri al giorno. Consigliata anche un po’ di frutta secca, come ad esempio le mandorle che danno una spinta al metabolismo, o le noci, fonti di importanti grassi sani e ricche di proteine. In questi casi però attenzione alle quantità: 1/4 di una tazza di frutta secca al giorno è più che sufficiente.

Infine, due consigli per velocizzare la perdita di peso in un menu esclusivamente vegano: non siate schiavi della bilancia, e dunque non pesatevi troppo spesso, e abbinate la dieta alimentare a una sana attività fisica quotidiana, che aiuti il corpo a un dimagrimento sano. Non si deve per forza andare in palestra: bastano 30 minuti di camminata veloce al giorno, inoltre è consigliabile evitare l’ascensore e preferire le scale, nonché andare a fare la spesa a piedi invece che in automobile.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Detersivi con scarti alimentari: ecco come realizzarli