Detrazione 55% ristrutturazioni energetiche, arriva la proroga

Detrazione 55% ristrutturazioni energetiche, arriva la proroga

Dal governo arriva la tanto attesa proroga della detrazioni sulle ristrutturazioni energetiche.

Le detrazioni fiscali del 55% per le ristrutturazioni energetiche, in scadenza a fine giugno, potrebbero essere prorogate. Ma non è dato sapere per quanto tempo e con quale copertura economica. L’ipotesi della proroga delle detrazioni è stata avanzata dal neo ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato durante il XIV Convegno nazionale dei Giovani imprenditori Ance.

Ai giovani dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili Zanonato ha detto che sta lavorando alla proroga:

Siamo impegnati a prorogare il bonus del 55% sull’efficienza energetica. I soldi si possono trovare all’interno del bilancio. Devo vedere con Saccomanni

Tre frasi che significano tutto e niente, visto che il ministro non accenna minimamente al periodo della proroga e alla quantità di risorse disponibili per coprire le detrazioni. Né ai tempi necessari per deliberare la proroga, che è urgente visto che dopo il 30 giugno le attuali detrazioni per le ristrutturazioni energetiche di fatto spariscono e lo sconto sull’Irpef scende dal 55% al 36%, visto che restano solo le normali detrazioni per le ristrutturazioni generiche del patrimonio immobiliare.

In ogni caso una cosa è certa: il 30 giugno anche le detrazioni generiche scendono dall’attuale 50% al 36% e questa non è una buona notizia per chi ha intenzione di installare un impianto fotovoltaico. Secondo la recente interpretazione dell’Agenzia delle Entrate, infatti, il fotovoltaico può usufruire delle detrazioni al 50% ma non di quelle al 55%. E se vengono prorogate solo le seconde la detrazione per il fotovoltaico scende inesorabilmente al 36%.

La patata, quindi, è più che bollente per Zanonato. La stessa interpretazione dell’Agenzia delle Entrate è in parte contradditoria perché stabilisce che il fotovoltaico comporta un miglioramento della performance energetica dell’edificio, ma è un impianto finalizzato a produrre energia e non a risparmiarla. Ecco perché non può rientrare nelle detrazioni al 55% ma solo in quelle al 50%.

Zanonato, se volesse e se trovasse le risorse, potrebbe chiarire definitivamente che anche il fotovoltaico può usufruire delle detrazioni al 55% che verranno prorogate. Sarebbe un bel segno e una manovra intelligente, di sicuro apprezzata dagli italiani. Che adorano il fotovoltaico, come dimostrano i dati sulle installazioni 2012.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Smart Energy Expo 2015: intervista a Marisa Martano, Edison Energy Solutions