Come far passare il raffreddore velocemente: consigli e rimedi

Come far passare il raffreddore velocemente: consigli e rimedi

Fonte immagine: Pexels

Il raffreddore è un disturbo frequente nella stagione fredda: ecco consigli e rimedi per farlo passare molto velocemente.

Il raffreddore è di certo uno dei disturbi più diffusi durante la stagione fredda. Per quanto si tratti di un’infezione normalmente innocua, il malessere che determina può risultare particolarmente fastidioso. Naso chiuso e gocciolante, mal di testa, alterazione dell’olfatto e del gusto sono solo alcuni dei sintomi che possono protrarsi per più giorni. Ma come fare passare velocemente il raffreddore, quali sono i consigli e i rimedi naturali più indicati?

Naturalmente, prima di affidarsi all’universo delle soluzioni naturali è necessario chiedere un parere al proprio medico curante. Utile è infatti stabilire l’origine del disturbo, ad esempio virale o allergica, e seguire quindi il percorso di trattamento più indicato al singolo caso.

Raffreddore: consigli e stile di vita

Acqua in bottiglia

A tutti sarà capitato di cadere vittima di un forte raffreddore, un malessere che si può protrarre dai 5 ai 10 giorni. Poiché tende a determinare dei disturbi comunque sopportabili, si tende a sottovalutarne la portata, adottando dei comportamenti che non fanno altro che aumentarne la durata. Per questa ragione, il primo passo per risolvere rapidamente un raffreddore è quello di prestare attenzione al proprio stile di vita.

Innanzitutto, anche il raffreddore è una malattia infettiva e, per questa ragione, richiede un certo sforzo al nostro sistema immunitario per combatterla. È quindi necessario non far mai mancare all’organismo l’adeguato riposo di cui ha bisogno: carenza di sonno, stress e sbalzi continui di temperatura potrebbero rendere la risposta immunitaria più lenta e meno efficace. Naturalmente non è necessario stravolgere la propria esistenza per un semplice raffreddore, ad esempio rinunciando a grandi occasioni di lavoro, ma non bisognerà eccedere negli impegni quotidiani.

Ancora, è indicato sposare una corretta alimentazione, affinché il fisico possa dotarsi di elementi nutritivi utili a combattere l’infezione. Spazio quindi a frutta e verdura, in particolare agrumi e ortaggi a foglia verde, poiché ricchi di vitamina C: il principale alleato per il sistema immunitario. La vitamina E, contenuta in molti alimenti e frutti gustosi come l’avocado, è invece utile per proteggere le cellule attaccate dal virus, stimolandone la più rapida rigenerazione.

È poi necessario rinunciare al fumo, poiché irrita le mucose nasali dilungando di diversi giorni la guarigione, così come l’assunzione di alcolici. Utile è anche evitare di sforzare troppo le narici soffiandosi il naso ripetutamente, nel tentativo invano di liberarlo, o abusare di spray vasodilatori che potrebbero alla lunga determinare rinite. Più utili invece i cerottini nasali che, agendo meccanicamente senza irritare le mucose, possono garantire un transitorio sollievo.

Rimedi naturali

Malva

Per accelerare la guarigione da un brutto raffreddore, è possibile fare anche ricorso ad alcuni utili rimedi naturali. Si tratti di semplici consigli della nonna, oppure di veri e propri ritrovati fitoterapici, queste proposte possono accorciare di molto la durata del disturbo.

Utile è mantenere sempre umidificate le mucose, favorendo così anche l’eliminazione del muco in eccesso. Spazio quindi a suffumigi e vapori, magari con l’aggiunta di oli essenziali a base di eucalipto o pino, dal noto effetto liberante per le vie respiratorie superiori.

Altrettanto efficaci sono le tisane a base di malva che, grazie all’elevata presenza di mucillagini, creano una barriera tra le mucose e il virus: in questo modo, si limiterà l’evoluzione dell’infezione e si potrà anche ottenere un fresco sollievo da bruciori, pruriti e altri fastidiosi sintomi. Anche la propoli in spray, da spruzzare all’interno del cavo orale, può garantire un effetto analogo: è infatti nota per la sua azione antivirale e antibatterica. Spazio quindi anche a tiglio, echinacea e rosmarino, sempre da assumere in tisana, seguendo i consigli dell’erborista.

Infine, non ci si dovrà dimenticare di assumere molti liquidi, anche per rendere il fluido più muco e quindi più semplice da espellere.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle