Greenstyle Ambiente Cambiamenti Climatici Clima: 2020 tra i tre anni più caldi di sempre

Clima: 2020 tra i tre anni più caldi di sempre

Clima: 2020 tra i tre anni più caldi di sempre

Fonte immagine: Pixabay

Sul fronte del clima giungono segnali negativi: il 2020 è stato un anno decisamente torrido, tanto da entrare di diritto nella classifica dei tre più caldi di sempre. È quanto conferma l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO), nel nuovo rapporto State of the Global Climate 2020. Senza azioni immediate di contenimento, il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici appariranno come irrefrenabili.

Un aumento delle temperature importante, nonostante la pandemia da coronavirus. I vari lockdown imposti in tutti i Paesi mondiali hanno avuto come effetto quello di limitare momentaneamente le emissioni di gas serra, ma questo miglioramento non è stato sufficiente per ridurre gli effetti dannosi sul clima.

Clima, 2020 record negativo

Il problema delle temperature globali in aumento è sempre più attuale, tanto che dal 2015 a oggi si sono segnati i sei anni più caldi di sempre rispetto ai livelli preindustriali. Si tratta di un aumento di ben 1.2 gradi rispetto alla media antecedente al 1900, con il decennio 2010-2020 tra i più torridi mai registrati nella storia dell’uomo.

Purtroppo, il 2020 entra di diritto tra i tre anni più caldi di sempre, guadagnandosi la seconda posizione. Il più caldo in assoluto è il 2016, mentre il 2019 si assesta alla terza posizione. Contestualmente all’aumento delle temperature, sono aumentate in modo preoccupante le emissioni di anidride carbonica, che hanno superato le 410 parti per milione. E il 2021 è già candidato a far peggio, con almeno 414 ppm previsti.

Il report del WMO è stato presentato dal segretario generale Petteri Taalas, insieme ad António Guterres, il Segretario Generale delle Nazioni Unite. Taalas ha sottolineato come questi torridi anni siano la conferma di cambiamenti climatici ormai inarrestabili, così come riporta una nota pubblicata da ADNKronos:

Tutti i principali indicatori climatici e le informazioni sull’impatto fornite in questo rapporto evidenziano un cambiamento climatico inarrestabile e continuo, un aumento e un’intensificazione degli eventi estremi e gravi perdite e danni che colpiscono persone, società ed economie. La tendenza negativa del clima continuerà per i prossimi decenni indipendentemente dal nostro successo nella mitigazione. È quindi importante investire nell’adattamento.

Su questo fronte, in vista della COP26 di Glasgow, è necessario che i vari Paesi mondiali propongano misure ambiziose e rigide di contenimento delle emissioni: secondo gli esperti, non vi è più tempo da perdere.

Fonte: ADNKronos

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare