Cannucce di plastica, il Regno Unito le vieta

Cannucce di plastica, il Regno Unito le vieta

Fonte immagine: Pixabay

Il Regno Unito vieta le cannucce di plastica e i cotton fioc: la misura, prevista per lo scorso aprile, ha subito circa sei mesi di slittamento.

Le cannucce di plastica hanno le ore contate. Almeno nel Regno Unito, dove questi strumenti non potranno più essere venduti né utilizzati. Una misura voluta con precisi scopi ambientali: le cannucce rappresentano uno dei rifiuti più frequenti negli oceani, nonché fra i più pericolosi per gli animali. Ma non è tutto, perché Oltremanica verranno vietati anche cotton-fioc con bastoncino sempre in plastica.

Sempre più Paesi stanno adottando specifiche misure per ridurre l’inquinamento da plastica. Divieti e leggi che avevano trovato però uno stop durante il picco primaverile della pandemia da coronavirus, quando molti prodotti usa e getta sono divenuti fondamentali per evitare contaminazioni. Ora però il percorso di tutela ambientale sembra ricominciare, seppur lentamente.

Cannucce e cotton-fioc: il divieto

Il Regno Unito aveva deciso tempo fa di vietare cannucce, bastoncini per mescolare le bevande e cotton-fioc in plastica. Il divieto sarebbe dovuto entrare infatti in vigore lo scorso aprile ma, data l’improvvisa pandemia da coronavirus, i legislatori hanno pensato di sospendere la misura.

A sei mesi di distanza, lo stop diviene effettivo. I consumatori in Gran Bretagna non potranno più avvalersi di questi strumenti, mentre i commercianti subiranno limitazioni nella loro distribuzione. Sono ammesse solo alternative biodegradabili o riciclabili – come cannucce in carta o metallo – anche se rimarranno alcune eccezioni. Esclusi dalla misura vi saranno ospedali, bar e ristoranti: in caso un paziente o un cliente con disabilità debba necessariamente usare strumenti in plastica, vi sarà il permesso di distribuirli.

Nel Regno Unito si utilizzano ogni anno ben 4.7 miliardi di cannucce, 316 milioni di bastoncini per bevande e 1.8 miliardi di cotton fioc. La gran parte di questi prodotti non viene smaltita correttamente: nella maggior parte dei casi viene abbandonata dove capita, con gravi conseguenze ambientali.

Le cannucce di plastica minacciano la sopravvivenza degli animali acquatici e degli uccelli: moltissime le segnalazioni di delfini e tartarughe con questi oggetti infilzati nelle narici o nelle fauci. Ancora, vengono scambiate per prede e inavvertitamente ingoiate: una volta nello stomaco, causano ferite difficili da gestire, tanto da condurre velocemente l’esemplare alla morte.

Fonte: BBC

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente