Greenstyle Ambiente Animali Animali allo zoo? Più felici in lockdown, senza l’uomo

Animali allo zoo? Più felici in lockdown, senza l’uomo

Animali allo zoo? Più felici in lockdown, senza l’uomo

Fonte immagine: Pixabay

Gli animali allo zoo hanno potuto approfittare di un periodo di elevato benessere durante il lockdown, in completa assenza dell’uomo. È quanto rivela un nuovo studio condotto in India dalla Central Zoo Authority, monitorando le condizioni di vita e di salute degli esemplari ospitati presso il Nehru Zoological Park. La struttura è considerata una delle migliori del Paese poiché, oltre a riprodurre gli habitat di ogni specie, prevede per loro delle aree di vita recintate anziché piccole gabbie.

Dai risultati della ricerca, è emerso come quasi tutte le specie abbiano riportato livelli più elevati di calma e di serenità, in assenza di un contatto diretto con i visitatori. Dei dati che potrebbero condurre a un ripensamento degli zoo, soprattutto quando non impegnati in attività di ricerca oppure di ripopolamento.

Animali allo zoo più felici senza l’uomo

Lo studio non è nato specificatamente per analizzare le condizioni di vita degli animali durante il lockdown. La ricerca è cominciata due anni fa, e proseguirà per molti altri anni. Nessuno avrebbe però potuto prevedere che, nel frattempo, sarebbe scoppiata una pandemia da coronavirus tanto da convincere i governi mondiali a imporre lockdown e quarantene.

I ricercatori hanno preso in considerazione specie come orsi, leopardi, giaguari, tigri e altri carnivori, notando come in assenza dei visitatori siano più attivi, giocosi e rilassati. Per loro il lockdown ha rappresentato un periodo privo di stress e ricco di grandi soddisfazioni, senza il caos di centinaia di persone pronte ogni giorno a osservarli. Così ha spiegato M Sandeep, biologo della struttura:

Abbiamo visto gli animali al loro meglio durante il lockdown. Gli orsi ad esempio giocavano con delle corde e altri materiali, che avevamo offerto loro lo scorso anno. Prima del lockdown, non gli avevano mai concesso troppe attenzione. In generale, gli animali risultavano più attivi e giocosi.

Primati in controtendenza

Nonostante l’assenza dell’uomo abbia giovato alla gran parte delle specie dello zoo, vi è anche chi ha dimostrato comportamenti in controtendenza. È il caso dei primati, i quali si sono rivelati meno attivi. In particolare Suzi, famosa scimpanzé dello zoo, nota per la sua socialità:

Tutti i primati che abbiamo sono soli. Ma, nelle foreste, si tratta di animali che vivono in gruppo. Quando le persone sono tornate allo zoo al termine del lockdown, Suzi e tutti gli altri primati sono divenuti più attivi.

Fonte: New Indian Express

Seguici anche sui canali social