L’uva passa – frutto essiccato e zuccherino – è un ingrediente molto interessante e utile per prendersi cura della propria salute. Le sue proprietà benefiche aiutano l’organismo umano sotto molti aspetti, alcuni dei quali persino insospettati o difficili da immaginare. Tra questi senz’altro l’aiuto contro la carie, quasi incredibile se si pensa al contenuto molto zuccherino di questa piccola frutta secca.

Ottenuta a partire dall’uva sultanina, una specie particolare di uva prima di semi e quindi più adatta all’essiccazione, l’uvetta contiene tutte le maggiori proprietà curative di questo frutto, compreso il resveratrolo. Questa sostanza è stata associata alla lotta di alcune patologie anche gravi, tra le quali ad esempio anche il tumore al seno.

Il resveratrolo è però ben lontano dall’esaurire qui le sue possibilità d’applicazione. La sostanza di cui è ricca l’uva contribuisce a combattere l’invecchiamento, questo grazie anche alla forte presenza di polifenoli. L’uva passa fornisce inoltre un aiuto naturale nel prevenire le malattie cardiovascolari, come accade in generale per la frutta secca, controllando la pressione sanguigna e permettendo una più corretta gestione del colesterolo e dei trigliceridi.

L’uva passa assicura inoltre, al pari di altra frutta secca come ad esempio i pistacchi, un’attività di riduzione del rischio di diabete attraverso la stimolazione della risposta insulinica.

Come detto l’uva sultanina contribuisce anche a contrastare l’insorgere della carie. Secondo lo studio condotto dalla Dr.ssa Ashley R. Waters l’uva passa inibirebbe l’azione dello Streptococcus mutans, principale responsabile del problema dentale. Ad assicurare questa preziosa proprietà curativa sarebbero gli antiossidanti di cui questa frutta è ricca.

Ottima come energizzante naturale e come fonte rapida di zuccheri, l’uva passa vanta infine anche proprietà lassative, diuretiche e contribuisce, grazie alla presenza di calcio e ferro, alla salute della ossa e a risolvere il problema dell’anemia. Attenzione però ai quantitativi assunti, in quanto questa piccola frutta secca apporta un elevato contenuto calorico (circa 80 calorie ogni 100 grammi).

8 gennaio 2014
I vostri commenti
Mi piacerebbe iscrivermi, venerdì 29 gennaio 2016 alle9:03 ha scritto: rispondi »

Vorrei consigli per stitichezza ostinata, devo convivere con rettocele!

Grazia, mercoledì 24 dicembre 2014 alle11:41 ha scritto: rispondi »

Dottore,una domanda: l'uvetta sultanina contiene gli stessi carboidrati dell altra frutta secca come ad es. noci,mandorle,pistacchi ecc??lo chiedo perchè io a volte sostituisco i carboidrati al mattino o a cena con la frutta e volevo sapere quindi se anche l uvetta sultanina può andare bene. potrebbe rispondere alla mia mail? grazie Grazie

alessandro, mercoledì 7 maggio 2014 alle2:11 ha scritto: rispondi »

il colesterolo è prodotto dall' organismo in base ai zuccheri assunti.......i cereali o si smaltiscono per bene o creano colesterolo

Claudio Schirru, venerdì 10 gennaio 2014 alle12:54 ha scritto: rispondi »

Ciao Maria, contro il colesterolo è consigliabile in generale la frutta secca, ma anche una tazza al giorno di tè Pu-Erh. Questo il link al nostro contenuto: http://www.greenstyle.it/te-pu-erh-le-proprieta-curative-54690.html

maria giusti, giovedì 9 gennaio 2014 alle9:25 ha scritto: rispondi »

sono una donna che tra 5 mesi compirà 53 anni, quali piccoli consigli per una vita naturale e sana? quanti gr.al giorno di uva sultanina posso assumere per non incorrere ad altre complicazioni.Premetto che non ho diabete ma un pò di colesterolo, sono alta 1,68 e peso 62 Kg. Grazie se potete rispondermi alla mia mail.

Lascia un commento