Terra: gli animali più importanti per la sopravvivenza

Il ritmo della Terra e il perfetto incedere delle stagioni, l’equilibrio tra prede e predatori, ma anche il percorso ecologico che permette la sopravvivenza dell’uomo, è dato dall’operosità di molti animali. Fiori, piante, frutta, verdura, ma anche pascoli e allevamenti, mari e ghiacciai: tutto collabora perché esista un’immaginaria bilancia su cui poggia il Pianeta. Un asse che deve mantenere una precisa linearità data dalla collaborazione di tutti i suoi abitanti. Quando uno dei questi protagonisti perde il suo spazio è a rischio la sopravvivenza di tutti, in particolare dell’uomo. Alcuni animali e insetti rivestono questo ruolo importantissimo, preservarli è perciò indispensabile.

Api

Piccole, operose, dedite alla produzione di miele: in pochi conoscono il ruolo importante che le api rivestono all’interno della vita umana e del mondo intero. Amanti del volo, questi insetti sono dediti all’impollinazione dei fiori, permettendo così la sopravvivenza di moltissime piante che potrebbero rischiare l’estinzione. Non solo fiori ma anche frutta e verdura: tutto ruota intorno a questa dote particolare dell’insetto, negli ultimi anni è stata registrata un’incredibile moria di api, causata da molti fattori come l’inquinamento, l’utilizzo di diserbanti e concimi chimici, quindi la produzione di OGM e l’influenza dei campi magnetici. La loro assenza ha creato un vuoto nella fase di impollinazione, quindi la mancata fioritura e crescita di piante, frutta e verdura che l’uomo sta cercando di compensare attraverso una sorta di impollinazione manuale. Una condizione molto preoccupante che potrà avere ricadute pesanti sull’esistenza umana.

=> Scopri come i pestici incidono sulla vita delle api


Pipistrello

Pipistrello

Un ruolo simile a quello delle api viene svolto anche dai pipistrelli in grado di impollinare e di disperdere semi, così da permettere la crescita di fiori e piante utili per la produzione di ossigeno. Il loro guano è un concime naturale utilissimo, mentre la predisposizione a mangiare insetti permette il contenimento degli stessi in favore delle coltivazioni. In particolare come insetticidi naturali, eliminando gli esemplari più dannosi e infestanti.

Plancton

Se le piante sono necessarie sia per la frutta che per l’ossigeno, il plancton si occupa di produrre metà dell’ossigeno presente sia sulla terra ferma che nei mari. Questo insieme di organismi acquatici, animali e vegetali di vario formato, viene trasportato dalla corrente producendo il prezioso ossigeno e costituisce il pasto delle forme acquatiche presenti. Sia quelle più piccole che quelle più grandi, come la balena, si nutrono di plancton e la loro diminuzione ha un impatto diretto sulla sopravvivenza degli abitanti del mare ma anche per l’uomo stesso.

=> Scopri gli scimpanzé che sorridono come l’uomo


Scimmie

Scimmia

I primati, così simili all’uomo, si diversificano in circa 400 specie e la loro alimentazione quasi solo a base di frutta permette la diffusione e proliferazione di molte piante. Mangiando ed espellendo i semi con le feci consentono di concimare il terreno, assumendo il compito di impollinatori naturali anche in territorio particolari come le foreste pluviali.

Formiche

Piccole e laboriose, le formiche permettono, con i loro scavi, di stoccare rifiuti biologici e trasportare semi favorendo così una coltivazione diretta. Inoltre si nutrono di insetti e animaletti morti, agevolando l’eliminazione delle parti eccedenti e una concimazione del terreno. Da sempre sul Pianeta sono a conoscenza dei segreti del globo e delle sue fasi naturali, attraverso le ere geologiche.

25 giugno 2018
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento