La prima ditta farmaceutica dice stop ai test sugli animali. La Novo Nordisk, azienda con sede in Danimarca, ha annunciato che da lunedì 28 novembre non saranno più condotti esperimenti su cavie da laboratorio per i controlli di qualità dei loro prodotti biologici. Un passo in avanti che farà felice il mondo di attivisti “anti-vivisezione“, in particolare per le motivazioni rese note in coda a questa iniziativa.

Interessante sottolineare le alternative a cui ricorreranno i danesi: i test verranno condotti su cellule prelevate da criceti e altri animali, non direttamente sugli esemplari vivi come accade ora. Questa metodologia, sottolineano i ricercatori, permetterà di ottenere risultati più accurati e che garantiranno maggiore affidabilità.

Proprio l’argomento che da anni portano avanti associazioni come la LAV o l’ex ministro del Turismo Michela Brambilla, che di recente era intervenuta proprio in favore di un definitivo stop dei test in Italia. Proprio quanto invece le ditte farmaceutiche di tutto il mondo si ostinano ancora a negare, pur nella sua evidenza: esistono metodi più efficaci della vivisezione per valutare gli effetti dei farmaci.

La Novo Nordisk ha dovuto, ad onor del vero, superare alcuni test amministrativi riguardo la rielaborazione di migliaia di fascicoli di registrazione secondo i criteri stabiliti dalle autorità sanitarie mondiali. Un piccolo sacrificio, ci permettiamo di affermare, per avere una ricerca farmaceutica che finalmente smetta di commettere atti di crudeltà verso gli animali.

30 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
I vostri commenti
Evanoè, sabato 3 dicembre 2011 alle12:15 ha scritto: rispondi »

Che smettano di fare inutili e fuorvianti test in vivo è un'ottima notizia. Però l'articolo dice che d'ora in poi gli esperimenti condotti in questa azienda verranno effettuati su cellule...di animali! Beh, se proprio si mettono a usare cellule, non sarebbe LEGGERMENTE più efficace ricorrere a quelle umane? Così magari non fanno errori. E comunque, queste cellule animali da dove le prenderanno mai?...

exdipendente, venerdì 2 dicembre 2011 alle23:20 ha scritto: rispondi »

non fa più test sugli animali... però inizia a fare i test sui lavoratori! esperimenti di marketing 20 assunti nel 2009 lasciati a casa a ottobre del 2011 senza essere avvisati. si tratta di lavoratori assunti per eseguire una sorta di pushing sul medico di base per il lancio di un nuovo farmaco. Illudere chi lavora con false promesse è una tortura....

Luciz77, venerdì 2 dicembre 2011 alle19:44 ha scritto: rispondi »

evvai,adesso mancano quegli stronzi di green hill

Kal El, venerdì 2 dicembre 2011 alle18:08 ha scritto: rispondi »

Finalmente qualcuno ha cominciato a mettere in pratica qualche metodo alternativo. Concordo però su un'altra questione sollevata: perché quel sangue non viene prelevato da esseri umani? Problemi legali forse? Nel frattempo in ogni caso godiamoci questa vittoria, ogni battaglia si combatte solo con il morale ai giusti livelli e questo è uno di quei momenti in grado di risollevarlo e ridare speranza all'intera lotta ;)

Raffaelli N, venerdì 2 dicembre 2011 alle14:09 ha scritto: rispondi »

Esatto Adrienne, anch'io la penso come te...è un passo migliorativo, ma non decisivo e non una vera alternativa

Lascia un commento