Olio extravergine d’oliva come aiuto naturale per il tumore al colon. La conferma arriva da uno studio condotto dai ricercatori italiani del Campus Bio-Medico di Roma e dell’Università degli Studi di Teramo insieme con i colleghi dell’Università di Camerino e del centro di ricerche svedese del Karolinska Institute di Stoccolma.

I ricercatori avrebbero nello specifico individuato, come riportato sulle pagine del Journal of Nutritional Biochemistry, la chiave di funzionamento per la quale l’olio d’oliva rappresenterebbe un rimedio naturale in grado di contrastare il tumore al colon. L’effetto verrebbe prodotto, spiegano i ricercatori, grazie alla capacità del condimento di stimolare l’attività del gene “oncosoppressore” CNR1.

In particolare questo gene agirebbe, stimolato dall’assunzione di olio extravergine d’oliva, sul meccanismo che regola le alterazioni prodotte sui geni che si sono dimostrati sensibili ai cosiddetti fattori ambientali. Tra questi rientra senza dubbio la dieta, all’interno della quale possono trovare spazio sia alimenti tipici del mangiare sano, come altri ritenuti più a rischio e quindi meno salutari.

L’olio d’oliva quindi rappresenterebbe, concludono i ricercatori, un elemento chiave nel contrastare gli effetti alteranti imposti dall’assunzione di cibi poco salutari per l’organismo. Come ha sottolineato Mauro Maccarrone, docente di Biochimica presso il Campus Bio-Medico di Roma:

Il nostro studio rafforza la fiducia nel fatto che una dieta appropriata possa aiutare a prevenire i tumori, ma anche altre patologie diffuse, come i disturbi neurologici, l’obesità e il diabete.

I risultati ottenuti dimostrano inoltre che i cambiamenti epigenetici, ovvero quelli derivanti da fattori ambientali e, dunque, dall’alimentazione, sono potenzialmente reversibili.

24 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento