La mania collettiva di Pokémon Go, il videogioco in realtà aumentata che permette di catturare Pokémon nella vita reale, non trova alcun freno. Gli effetti, tuttavia, possono essere anche particolarmente benefici, così come dimostra una storia proveniente dagli Stati Uniti. Un gruppo di ben 27 criceti abbandonati, infatti, è stato salvato grazie ad alcuni giocatori della popolare applicazione.

Il tutto è accaduto in un parco di Houston, nel Texas, nella giornata di ieri. Sara Perez e il suo amico Matthew Teague si trovavano all’interno della struttura verde alla ricerca di Pokémon da catturare con il loro smartphone. Durante la perlustrazione del luogo, tuttavia, si sono imbattuti in una gabbia ricolma di spaventati criceti, abbandonati sotto al sole cocente.

La gabbia era a sua volta contenuta all’interno di un box di cartone e i criceti, circa 27 e alcuni molto piccoli, si ritrovavano completamente privi di acqua e con pochissimo mangime a loro disposizione. Così ha commentato Sara Perez a margine del ritrovamento:

Siamo rimasti sorpresi e confusi, ci siamo guardati attorno e abbiamo cercato di capire se qualcun altro fosse nel parco, ma non c’era nessuno. […] Non mi sarei mai spostata così lontana da casa se non fosse stata per la curiosità di provare quella Palestra Pokémon. Sono contenta io l’abbia fatto.

È probabile che gli animaletti siano stati abbandonati da qualcuno che non ha più saputo come contenerne la moltiplicazione, considerato come questi roditori siano particolarmente prolifici. Consegnati alla SPCA, gli esemplari si trovano fortunatamente in buone condizioni di salute e cercano, ora, una nuova casa e dei nuovi proprietari che li possano accudire. I due giovani non possono purtroppo regalare una nuova abitazione ai roditori, anche se sarebbero disposti a farlo, poiché già posseggono dei cani e un serpente, delle specie non tra le migliori da abbinare a dei piccolissimi criceti.

15 luglio 2016
Lascia un commento