Una ricetta vegan ideale per la festa di San Valentino sono i cuori di patate. Si tratta di un piatto molto semplice, con ingredienti genuini e adatto anche a chi non ha troppa dimestichezza in cucina. Non occorrono neppure particolari utensili, fatta eccezione per uno schiacciapatate e una padella antiaderente per le varie fasi di cottura degli ingredienti.

Questa ricetta vegan, essendo San Valentino, è pensata per due persone. Possono essere aggiunte anche delle spezie a piacimento, come per esempio un po’ di noce moscata con le patate schiacciate o, per i palati più forti, si può pensare di aggiungere del peperoncino piccante durante la cottura dei pomodori.

Ingredienti e procedimento

  • 300 g di patate;
  • 8 pomodori ciliegino;
  • 250 g di spinaci;
  • pane di grano scuro q.b.;
  • olio d’oliva q.b.;
  • sale q.b;
  • pepe q.b.

Bollire le patate in una pentola in abbondante acqua, pelarle e passarle allo schiacciapatate. Intanto, saltare in padella antiaderente con un po’ di olio i pomodori, finché non sono giunti a un punto di cottura che li renda morbidi. Saltare in padella con l’olio anche gli spinaci e salarli. Tagliare a fette e poi a tocchetti il pane di grano scuro e passarlo in una padella con pochissimo olio, in modo da ottenere del minuscoli crostini.

Amalgamare insieme le patate passate e i pomodori con un po’ di sale e un po’ di pepe. Aiutandosi con una formina a cuore adattare il composto. Appoggiare gli spinaci sulla superficie e decorare con i crostini di pane di grano scuro. Servire caldo, come antipasto o come primo piatto.

Si segnala, infine, una pratica alternativa per chi non gradisse gli spinaci: la medesima ricetta può essere realizzata anche con altre verdure, come cicoria o biete.

12 febbraio 2015
Immagini:
Lascia un commento