Yes we cat!”: Andrea Rossi inaugura il 2012 all’insegna dell’ottimismo e dell’umorismo. Il tutto motivato dai progetti per il futuro che vorrebbero il suo E-Cat quasi pronto per una vera e propria commercializzazione di massa.

Le dichiarazioni rilasciate al buon Sterling Allen, un giornalista che da sempre segue con un occhio di riguardo il reattore a fusione fredda del duo Rossi-Focardi, chiariscono bene quali sono i buoni propositi dell’ingegnere italiano per l’anno che sta iniziando.

Intanto, Rossi conferma che non vuole perdere tempo con ricerche che verifichino l’effettivo funzionamento dell’Energy Catalyzer. Procedere sul cammino dell’industrializzazione della produzione sarebbe la vera priorità:

Se avessi accettato di entrare nella trappola delle “verifiche”, tutto sarebbe stato fermato da un’orda di aspiranti competitor.

Ad ogni modo, creando un milione di micro-reattori a un prezzo veramente basso, le operazioni di ingegneria inversa diverranno un hobby, come creare voi stessi la vostra automobile sul vostro PC.

Quelli a cui Rossi sta accennando sono i reattori a fusione fredda domestici sulla cui produzione industriale starebbe lavorando. L’obiettivo è entrare nel mercato in autunno 2012 – sì, ci toccherà aspettare almeno 9 mesi -, con una produzione talmente larga, almeno un milione di pezzi, da abbassare i prezzi al minimo.

Insomma, se siete tra il sempre crescente gruppo di fan di Rossi, avete di che essere ottimisti per il 2012. Se, invece, fate parte del partito degli scettici, Rossi non vi regalerà niente di utile per farvi cambiare idea… probabilmente fino all’autunno. E, immaginiamo, difficilmente non riterrete sospetto il niet a ogni possibile verifica esterna.

Si preannuncia, un nuovo anno sempre all’insegna della cold fusion e noi continueremo a tenervi aggiornati.

2 gennaio 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Nientemail, martedì 1 gennaio 2013 alle10:36 ha scritto: rispondi »

Sarebbe dovuto uscure ad autunno 2012. Siamo a gennaio 2013 e nulla. Sara' mica un pacco come il Tubo Tucker?

fraternali roberto, martedì 10 aprile 2012 alle21:38 ha scritto: rispondi »

ha dimenticavo  SE DIVENTERà  UN VERO E PROPRIO MONOPOLIO  LA DISTRIBUZIONE DELLE CARTUCCE DI RICARICA E SE IL GOVERNO LE SOVRATASSERà COME LA BENZINA

fraternali roberto, martedì 10 aprile 2012 alle21:31 ha scritto: rispondi »

sareste molto gentili se 1 mese o due  prima della commercializzazione se ci comunicaste il punto di distribuzione ..diciamo per provincia ??!! quanto costerà e se si ritiene che avra delle sostanziali modifiche nel tempo, poi se oltre all'acqua calda é prevista anche la produzione di corrente elettrica da una piccola turbina...lE-CAT  TURBO      grande Rossi che dopo gli alieni che ci hanno regalato led/transistor/circuiti integrati/micro cips  ecc ecc  anche tu tieni alto il livello del contributo inventivo degli italiani per il genere umano

fraternali roberto, martedì 10 aprile 2012 alle21:14 ha scritto: rispondi »

ma cosa é quel link dove dice che fra poco in europa verra distribuito dalla soc. greca defkalion ???! é troppo sapere da chi sarà distribuito, ?'?, perché si sa ...anche se Rossi vuole tenere basso il prezzo, ci pensa l'indotto e la distribuzione + l'installatore a decidere il prezzo in una vera giungla dove uno é costretto a fare una vera e propria ricerca per risparmiare  anche fino a 1000€ per un preventivo (l'esempio é per un fotovoltaico di 3 kw) sarebbe bello andarli a comperare al supermercato,perché già da un materiale idraulico o riscaldamento, sai le salassate del 100% sul prezzo di produzione  

Flavio Donadello, mercoledì 29 febbraio 2012 alle19:04 ha scritto: rispondi »

come e dove si può comprare?

Lascia un commento