Sempre più spesso si sente pronunciare la parola “vegano”, in particolar modo dalle star dello spettacolo o dagli ambientalisti. Per molti è una moda, per altri una follia, ma in realtà si tratta semplicemente di uno stile di vita. Il veganesimo, o veganismo, significa nutrirsi con cibi che non provengono da animali, dunque non solo carne ma nemmeno uova o latte.

Perché diventare vegani? 10 validi motivi

Chi è abituato a mangiare derivati di animali è convinto che diventare vegani sia una follia, e invece noi oggi vi offriamo 10 ragioni per diventare vegani.

  1. Salute

    La ragione principale, prima ancora dell’amore per gli animali o per la Terra, che dovrebbe spingere una persona a diventare vegana è la propria salute. Eliminare carne e latticini significa ridurre la quantità di grassi che immettiamo nel nostro corpo, eliminando così le principali fonti di occlusione delle arterie che portano a ictus e infarti, ma anche le principali fonti di obesità. Secondo le ultime statistiche le persone vegane hanno una percentuale di obesità che va dal 5 al 20% in meno rispetto a quelle che mangiano carne. Oltre alla bilancia, anche il resto dell’organismo ne risente, come l’enorme riduzione del rischio di contrarre il diabete di tipo 2.

  2. Alimentazione completa

    Sfatiamo un mito, non è vero che lasciando perdere la carne non si hanno a disposizione tutti i nutrienti necessari al corpo. Dalle proteine alle vitamine, si trova tutto in natura, basta sapere dove cercare. I legumi sono ricchi di proteine, tranne quelle di originale animale che infatti non servono al corpo umano.

  3. Ricette economiche

    La dieta vegana è estremamente economica. Cereali, legumi e verdura danno gli stessi nutrienti della carne (a volte anche migliori) ma con un costo inferiore. Negli USA sono stati pubblicati libri che pubblicizzano diete vegane con meno 4 dollari al giorno (meno di 3 euro) senza perdere nemmeno un nutriente.

  4. Cibi golosi

    La maggior parte dei cibi che più piacciono ai golosi (cioccolato, biscotti, ecc.) sono realizzati con prodotti vegani come cacao e farina, mentre il latte e il burro si possono sostituire con tanti altri surrogati.

  5. Inquinamento

    Circa il 20% dell’inquinamento derivante dalle attività umane è collegato agli allevamenti o al trasporto/lavorazione di carne.

  6. Facilità di preparazione

    Mentre preparare cibi di origine animale è difficile e pericoloso (si possono ingerire virus, batteri o agenti chimici dalla carne non cotta nel modo giusto), preparare ricette vegane è facile e veloce, l’ideale per quelle persone che hanno poco tempo per preparare la cena.

  7. Diffusione

    Questo tipo di alimentazione non è un capriccio. Esistono intere culture nel mondo che non mangiano animali o derivati di animali (si calcola che in India siano circa il 30% le persone vegane, ovvero oltre 300 milioni di persone), e vivono in maniera normalissima.

  8. Niente supplementi

    Chi mangia solo carne ha bisogno di recuperare le vitamine in altri modi; chi segue una dieta vegana ha bisogno di recuperare attraverso i supplementi solo la vitamina B12, ma ha tutti gli altri nutrienti di cui ha bisogno una persona per vivere in salute.

  9. Perfetta salute fisica e mentale

    La dimostrazione che non ci sono carenze in una dieta vegana la danno i personaggi famosi che hanno detto addio alla carne da anni, ma che continuano ad essere in perfetta forma fisica (come Mike Tyson o Pamela Anderson) e mentale (Al Gore o Bill Clinton).

  10. Etica

    Dal punto di vista etico, eliminare del tutto la carne permette mediamente di salvare la vita a 50 animali all’anno per ogni persona.

18 febbraio 2014
I vostri commenti
Cinzia 57, lunedì 12 giugno 2017 alle11:38 ha scritto: rispondi »

Non esageriamo, non possiamo vivere di aria, ma cerchiamo di fare il meno danno possibile. Io sono vegetariana tendente al vegano, mangio soltanto, a volte, le uova regalatemi da una mia amica che ha le galline, libere nel suo orto, ma consapevole che, comunque le proteine animali fanno male. Da tre anni ho voluto fare questo esperimento su me stessa e mi sento benissimo, non soffro più di mal di t esta e altri acciacchi, ormai a casa mia lo sono diventati tutti con giovamento per la salute. Questa è la mia esperienza. Ciao! Provate a leggere China Study, di Colin, informarsi non fa mai male

Stefano, lunedì 7 marzo 2016 alle0:51 ha scritto: rispondi »

Ciao a tutti, un post vecchio, ma visto che stasera per la prima volta ho scritto su google: "Perché vegani?" e mi è uscita questa pagina, lascio il mio pensiero.. Ogni volta, e ci tengo a precisare ogni volta, che vedo un video sui macelli, penso sempre più spesso che vorrei diventare vegetariano. Mi sono chiesto xchè Vegano? In fondo un vegetariano non nuoce agli animali, certo a patto che acquisti determinati prodotti che garantiscono il pascolo e non le gabbie millimetriche. Che le uova e il latte possano far male, soprattutto le uova e il latte intero, si sente dire sempre più spesso. Ma io preferisco non crederci, pensando ancora che siano probabilmente i nutrimenti più completi. Ecco Signori, volevo lasciare solo la mia promessa di tentare di avvicinarmi al mondo vegetariano il più possibile.

fabio, giovedì 15 ottobre 2015 alle13:58 ha scritto: rispondi »

Se la Natura ci ha creato onnivori significa che per noi umani va bene cosi' ed e' inutile che ci ostiniamo a voler cambiare la nostra dieta seguendo le mode.

alberto87, venerdì 7 agosto 2015 alle16:13 ha scritto: rispondi »

salute? Eliminare l'assunzione di un cibo non vuol dire che il problema sparisce semplicemente ne introduci un'altro, ci credo che un vegano non possa essere obeso, non mangia praticamente nulla per cui il corpo possa costruire delle scorte da usare in caso di necessità. Il grasso che definisci così in maniera negativa esiste da sempre per permettere agli animali di sopravvivere in caso di mancanza di cibo, senza saremmo già estinti... E poi se vuoi evitare di avere le vene occluse dal colesterolo basta mangiare usando la testa: non mi mangio tre chili di carne al giorno ma mangio la carne tre volte alla settimana.... Se vuoi dire stupidate fa pure ma non scherzare con la salute della gente.

Vit, venerdì 15 maggio 2015 alle13:55 ha scritto: rispondi »

E chi l'ha detto che le piante non soffrono quando vengono estirpate e mangiate?tutti contro gli animali che vengono uccisi ma le piante le uccidete eccome!!!

Lascia un commento