Greenstyle Benessere Salute Borsite ginocchio: cause e rimedi naturali

Borsite ginocchio: cause e rimedi naturali

Borsite ginocchio: cause e rimedi naturali

Fonte immagine: Gettyimages

La borsite al ginocchio è una patologia a carattere infiammatorio. Si tratta di un’infiammazione che coinvolge la borsa sierosa prepatellare, che si colloca in posizione sia anteriore che distale rispetto alla rotula.

Si tratta di un disturbo noto anche come “Ginocchio della lavandaia“, in quanto a soffrirne maggiormente in passato erano le lavandaie. Tale nome deriva dall’abitudine di tali donne a trascorrere lunghi periodi inginocchiate su superfici dure, pratica tra le cause della borsite al ginocchio.

Borsite al ginocchio, le cause

Oltre alla già citata pratica di trascorrere lunghi periodi di tempo inginocchiati su superfici dure, esistono altre cause legate alla comparsa di una borsite al ginocchio.

Da non sottovalutare come anche i traumi contusivi possano rivelarsi delle cause scatenanti per la borsite al ginocchio. Al pari di altre occasioni, anche questo tipo di infortunio alle gambe può derivare dall’attività sportiva.

Soggetti più a rischio

Quando si parla di soggetti più a rischio, nel mirino sono soprattutto gli sport da contatto come ad esempio:

  • Calcio;
  • Rugby;
  • Lotta.

Tra le possibili cause anche la pallavolo, per via dei frequenti salti e dei possibili traumi a carico del ginocchio, e la ginnastica artistica. Più in generale sono particolarmente esposti gli sportivi che sollecitano duramente tale articolazione. Più rare le forme di borsite dette “infrarotulea” (causata da un frammento osseo nella piccola borsa posta tra il tendino rotuleo e la tibia) e quella legata ai postumi della malattia di Osgood-Shattler.

Borsite ginocchio, dolore

Sintomi

Riconoscere tale infortunio in relazione ai sintomi può rivelarsi piuttosto complesso, quindi è più che mai consigliato il ricorso al proprio medico curante o a un punto di Pronto Soccorso.

Questo perché la sintomatologia principale della borsite al ginocchio è composta da dolore e gonfiore a carico del ginocchio. Sintomi comuni, che in questo caso tendono a intensificarsi nel momento in cui si va a piegare l’articolazione del ginocchio.

Oltre alle difficoltà nel piegamento dell’articolazione, il gonfiore al di sopra della rotula renderà complicata anche la normale deambulazione.

Diagnosi

I suddetti sintomi potrebbero non essere sufficienti alla persona coinvolta per riconoscere una borsite al ginocchio e indicare con certezza la tipologia di infortunio occorso. Tuttavia al medico solitamente risulta sufficiente l’esame obiettivo dell’arto per giungere a diagnosi.

Sono quindi da escludersi risonanza magnetica e radiografie come esami diagnostici strettamente necessari. In base all’eventuale trauma è possibile però fare ricorso a uno o entrambi questi strumenti (RM e RX) per escludere complicazioni o fratture.

Quanto può durare una borsite?

Non è sempre possibile prevedere con relativa certezza quanto può durare una borsite. Tale periodo di tempo varia in funzione della gravità del trauma occorso o dell’eventuale ritardo nel porvi rimedio.

La borsite da traumi contusivi può essere risolta in alcuni casi in circa una settimana, purché avvenga l’immediato raffreddamento della parte e successivamente si faccia ricorso a un bendaggio compressivo.

In linea generale la borsite può durare anche 30 o 40 giorni. In base al tipo di trauma e alla risposta dei pazienti tale periodo può estendersi in maniera più o meno marcata. Le borsiti di tipo cronico o recidivante avranno durata variabile in funzione del soggetto e della condizione attuale dell’articolazione.

Ghiaccio

Come si cura una borsite al ginocchio

Una volta riconosciuto il tipo di infortunio è il momento di affrontare un altro tema: come si cura una borsite al ginocchio. Analogamente a quanto accade per lo stiramento muscolare alla coscia, anche in caso di borsite da trauma contusivo è consigliato l’approccio RICE. Tale trattamento è composto dalle seguenti fasi:

  • Ghiaccio;
  • Bendaggio compressivo;
  • Riposo;
  • Elevazione.

Dopo aver raffreddato la parte per contenere l’eventuale emorragia di liquidi si passa al bendaggio compressivo. A queste fasi seguiranno il riposo dell’arto e l’elevazione, per favorire il deflusso degli eventuali liquidi (sangue compreso, qualora sopraggiunga la rottura di alcuni vasi) ancora presenti nell’area.

Considerato che a seguito dei traumi con lacerazione cutanea è possibile sia scaturita un’infezione batterica, il medico potrebbe prescrivere l’assunzione di un farmaco antibiotico. Seguire scrupolosamente le indicazioni ricevute, evitando di modificare in alcun modo la frequenza di assunzione o il dosaggio.

Come sgonfiare una borsite?

Uno dei metodi più utilizzati per sgonfiare una borsite è quello di applicare sulla parte del ghiaccio. Applicando degli impacchi ghiacciati per i due giorni (48 ore) successivi alla comparsa dei sintomi si contribuirà a ridurre il gonfiore e accelerare i tempi di recupero. Far seguire come sopracitato un bendaggio compressivo.

Borsite al ginocchio, rimedi naturali

Nel trattamento della borsite al ginocchio è possibile fare ricorso anche ad alcuni rimedi naturali. Si tratta di soluzioni utilizzabili per via locale, perlopiù sotto forma di impacchi.

Aceto di mele

L’aceto di mele è uno dei rimedi naturali per la borsite al ginocchio. Oltre all’utilizzo in cucina, sfruttando il suo contenuto di magnesio, calcio e potassio, questo liquido può essere utilizzato per degli impacchi curativi.

Aggiungere 125 ml di aceto di mele a 8 grammi di miele, possibilmente bio. Mescolare con cura e applicare con un panno di cotone per 20 minuti, trascorsi i quali rimuovere eventuali residui con dell’acqua tiepida.

Olio essenziale di menta

Applicare alcune gocce di olio essenziale di menta sulla parte dolente e massaggiare con delicatezza in senso circolare. In alternativa è possibile utilizzare gli oli di cocco o di noce moscata.

Zenzero

Zenzero

È possibile trattare la borsite al ginocchio anche con lo zenzero. Basterà prendere circa 6-7 grammi di radice, avvolgerla in una garza e lasciarla a bagno in acqua bollente per due minuti.

Una volta tolta dall’acqua aspettare che si raffreddi e poi applicarla sulla parte dolente, così da sfruttare l’effetto analgesico e quello antinfiammatorio dello zenzero.

Alimentazione

La borsite al ginocchio si può combattere anche a tavola, grazie a un’alimentazione ricca di magnesio. Via libera quindi al consumo di banane, frutta secca col guscio, ma anche di lenticchie, avena e spinaci.

Come prevenire la borsite al ginocchio

Prevenire la borsite al ginocchio è un’azione spesso legata all’applicazione di alcune precauzioni durante l’attività sportiva. Evitare traumi o proteggere le ginocchia sono strumenti utili, così come l’utilizzo di un cuscino o di altro oggetto morbido per evitare di restare inginocchiati a lungo su una superficie dura.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social