Acqua: non serve berne 8 bicchieri al giorno, ecco perché

Acqua: non serve berne 8 bicchieri al giorno, ecco perché

Fonte immagine: Freepik

Bere acqua è fondamentale, ma alcuni scienziati smentiscono il mito degli 8 bicchieri al giorno: potremmo non considerare alcuni fattori importanti.

Bere acqua nelle giuste quantità ogni giorno è fondamentale per la salute del nostro organismo. Tutti sappiamo che non possiamo sopravvivere senza acqua, che è parte fondamentale della nostra vita. Spesso abbiamo sentito parlare della necessità di bere acqua quotidianamente nella quantità di 8 bicchieri o di 2 litri.

Non tutti gli esperti di scienze mediche e sportive sono d’accordo con questa affermazione e alcuni smentiscono quello che può essere definito a tutti gli effetti un vero e proprio mito da sfatare. Secondo Karen Dwyer, della School of Medicine della Deakin University di Geelong, ciò di cui abbiamo bisogno durante la giornata è bere acqua quando abbiamo sete. L’esperto sostiene che l’indicatore migliore del livello di idratazione in atto nel nostro organismo è costituito dal colore dell’urina:

Bisognerebbe mirare ad un colore giallo chiaro. Se è molto scuro siamo disidratati e abbiamo bisogno di più acqua. Se è molto chiaro, come l’acqua, allora non abbiamo bisogno di bere tanto.

Vincent Ho, docente universitario presso la Western Sydney University, punta l’attenzione verso una pubblicazione dell’Accademia nazionale delle scienze dell’alimentazione e della nutrizione. Nel 1945 veniva spiegato che la quantità adeguata di acqua ogni giorno per gli adulti corrisponde a 2,5 litri nella maggior parte dei casi.

L’esperto spiega però che la raccomandazione affermava anche che gran parte dell’acqua che assumiamo è presente negli alimenti preparati. Un fattore che secondo l’esperto viene trascurato, evitando di considerare ad esempio che ortaggi come le melanzane o il cavolfiore sono costituiti per il 92% proprio da acqua.

Secondo il professor Michael Tam, dell’Università di Sydney, 8 bicchieri costituisce la quantità di base approssimativa che viene richiesta nel caso di un adulto digiuno, che non pratica alcuna attività. Questo è un altro aspetto che potrebbe portare a delle convinzioni errate, considerando che:

Nella vita di tutti i giorni di solito abbiamo perdite addizionali, come la sudorazione durante l’esercizio fisico o nel corso di una giornata calda. Inoltre riceviamo acqua da altre fonti.

Lo conferma anche Jon Bartlett, ricercatore di scienze dello sport alla Victoria University di Melbourne. Lo scienziato spiega che risulta molto individuale il fabbisogno idrico giornaliero di un individuo, un fattore che dipende da tantissime cause interne ed esterne. L’esperto afferma che la quantità di acqua richiesta ogni giorno deve necessariamente dipendere dalle attività svolte quotidianamente.

È anche Toby Mündel, docente della School of Sport, Exercise and Nutrition della Massey University in Nuova Zelanda, a confermare la presenza di questi fattori individuali. Questi includono le dimensioni e la composizione del corpo, la quantità di sudore prodotto, lo stato di salute e la dieta seguita. Mündel suggerisce:

Un’idea utile è quella di bere un bicchiere di acqua prima e durante ogni pasto, per distinguere la fame dalla sete.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social