Le e-cig hanno avuto un vero e proprio boom di vendita negli ultimi anni tra coloro che cercano un modo semplice di smettere di fumare. Molti studi hanno sostenuto che l’uso di queste sigarette elettroniche sia sicuro, ma ora nuove ricerche potrebbero aver cambiato nuovamente le carte in tavola.

=> Leggi le analisi riguardo dripping e dipendenza da e-cig

Pare che chi usa le e-cig sia più esposto al rischio di problemi cardiocircolatori, infarto e danni al cervello. A sostenerlo sono i ricercatori della Texas Tech University, che hanno studiato gli effetti del fumo del tabacco e delle sigarette elettroniche su dei topi.

=> Sospetto rischio tumori per le sigarette elettroniche aromatizzate, scopri perché

Risultati del test sulle sigarette elettroniche

I test hanno messo così in luce un dato preoccupante: l’uso delle e-cig ridurrebbe il glucosio nel cervello, elemento fondamentale per lo sviluppo dei neuroni. Questo a sua volta provocherebbe anche dei danni a livello circolatorio e del sangue stesso che, ovviamente, porterebbe a un danneggiamento del cuore con l’aumento del rischio di infarto.

Insomma, questo nuovo studio sembra palesare la difficoltà nell’avere risposte sicure in merito alla sigaretta elettronica. Se da una parte può far bene tra chi cerca di smettere di fumare, dall’altra i danni e le conseguenze delle particolari misture che si usano per vaporizzare sono ancora perlopiù ignoti.

La scienza stessa cerca ogni giorno di approfondire lo studio e le analisi in merito alla sigaretta elettronica per dare finalmente una risposta definitiva a fumatori e svapatori. L’unica risposta efficace contro i danni provocati dal fumo resta comunque una, la più banale e difficile: smettere di fumare.

27 febbraio 2017
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento