La congiuntivite è un fastidiosa infiammazione delle mucosa oculare. Come segno esteriore più evidente compare un evidente rossore nell’occhio, le cui origini possono essere differenti. È possibile intervenire con alcuni rimedi naturali per ridurre il disagio legato alla sintomatologia.

Tra i possibili sintomi della congiuntivite, oltre all’arrossamento oculare, anche lacrimazione e fotosensibilità, la difficoltà a tollerare le fonti luminose. A questi si aggiungono poi ulteriori “campanelli d’allarme” in relazione alla specifica causa.

Possibili Cause

Quattro sono le possibili cause per l’infiammazione oculare nota come congiuntivite. La prima è di origine batterica, il più delle volte responsabili sono streptococchi e stafilococchi. C’è poi la possibilità che la patologia sia di origine virale, provocata in alcuni casi dai virus Herpes simplex (herpes labiale) e Herpes zoster (responsabile tra l’altro del “Fuoco di Sant’Antonio”). Si raccomanda quindi di evitare di toccare gli occhi e la mucosa oculare, in caso di contatto con le ulcere cutanee dell’herpes labiale, senza essersi lavati le mani.

Esistono poi altre due possibili tipologie di congiuntivite, quella irritativa (causati da agenti chimici, prolungata ed eccessiva esposizione a forti luci o corpi estranei come ciglia o polvere) e quella allergica (pollini, graminacee ecc.).

In caso di forma virale avremo linfonodi ingrossati e secrezioni ucoulari scarse, mentre prurito e gonfiore caratterizzeranno la forma allergica. Particolare fastidio deriva dalla congiuntivite batterica, le cui manifestazioni sintomatiche prevedono una formazione giallastra (in alcuni casi tendente al verde) appiccicosa che tende a unire le ciglia rendendo difficile l’apertura delle palpebre.

Camomilla, tazza e fiori

In questo come in altri casi soggetti a possibili controindicazioni si ricorda che il consulto con il proprio medico curante può aiutare a capire con certezza di quale forma si tratti e indirizzarvi quindi verso i rimedi naturli più adatti al vostro caso.

Rimedi naturali

Uno dei rimedi naturali più apprezzati per il trattamento della congiuntivite è la camomilla, un infuso molto utile anche in caso di mal di stomaco e acidità grazie alle sue proprietà calmanti e antispasmodiche. Basterà in questo caso mettere un cucchiaio di fiori in infusione per 10 minuti in circa mezzo litro d’acqua bollente, utilizzando poi il preparato per la pulizia dell’area intorno agli occhi.

Discorso simile per quanto riguarda il miele, di cui potranno in questo caso essere sfruttate le proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. Basteranno tre cucchiaini in due tazze d’acqua calda per ottenere una “lozione” per il risciacquo e la pulizia di viso e occhi. La preparazione anche in questo caso è semplice: sarà sufficiente sciogliere completamente il prodotto per ottenere il rimedio desiderato.

Miele

Possibile anche il ricorso a un panno intriso di aloe vera per la pulizia e la disinfezione dell’area oculare. Questa pianta è inoltre spesso utilizzata per contrastare gli effetti dell’herpes labiale è quindi indicata soprattutto nei casi di congiuntivite virale. Il suo gel è poi ritenuto un toccasana anche per le scottature (domestiche o solari) e il trattamento dell’acne.

Alleviare il dolore e l’arrossamento degli occhi è inoltre possibile pulendo l’area con un panno imbevuto di tisana ai semi di finocchio o utilizzando quest’ultima per il lavaggio diretto del viso. È possibile volendo prepararne un po’ di più e consumarne una tazza, magari la sera: aiuterete così non soltanto i vostri occhi, ma anche la vostra digestione e il vostro intestino.

Alimentazione e consigli utili

L’alimentazione durante questo disturbo è bene che comprenda, come nella vita di tutti i giorni in realtà, molta frutta e verdura. Questo perché i prodotti ortofrutticoli contengono spesso buone quantità di vitamine e altre sostanze benefiche per l’organismo, favorendo uno stato di salute generale migliore e una più efficace risposta immunitaria.

Sì quindi al mangiare sano con broccoli, kiwi, ciliegie e arance, carote e verza, così come frutta secca, cereali e spinaci. Bene anche consumare un vasetto di yogurt al giorno per mantenere in equilibrio la flora batterica. Benefici possono arrivare anche dal consumo regolare di alcuni tè come il Pu-Erh (proprietà immunologiche) e il tè giallo, ricco di vitamine (A, B2, C e P).

31 ottobre 2013
I vostri commenti
Chicca, giovedì 21 gennaio 2016 alle11:34 ha scritto: rispondi »

ciao! sto curando una congiuntivite con l'aloe vera e funziona benissimo! procurati una foglia ( taglia delicatamente le spine se ci sono, poco alla volta per non perdere il prezioso gel inutilmente) e taglia un pezzetto , una fettina sottilissima basta, e applicala sull'occhio come un impacco, se non hai tempo usa solo il gel spalmandolo con le mani pulite, basta questo...ti togliera' anche un po' di rughe come effetto collaterale :-) Metti al fresco e sopratutto al buio la foglia che riuserai piu' volte... Lavati sempre le mani prima e dopo dell'uso! ciao!

ramona v marcard, giovedì 3 aprile 2014 alle15:11 ha scritto: rispondi »

da una diecina di giorni ho una congiuntivite virale, che fu trattata con colliri antibiotici e poi colliri antibiotici con anche cortisone. Nienete, durante il trattamento, dopo alcuni giorni, i sintomi dopo essere un po migliorati inizialmente, ripeggiora come prima del trattamento. vorrei smettere con queste gocce, che alterano competamente il ph del occhio e prendere rimedi alternativi. ma quali? ed è possibile di avere miglioramenti della infezione, dopo aver preso queste gocce antibiotici/cortisonici? Casa dovrei fare?

Lascia un commento