Riciclare in modo creativo il cartone aiuta la salute del nostro ambiente, e principalmente la nostra. Favorendo quindi la presenza di un quantitativo inferiore di scarti e imballaggi, reimpiegati nuovamente e riqualificati in modo positivo. Se alla filosofia del riciclo si abbina la passione della creatività il risultato non potrà che essere sorprendente, unico e originale.

Il cartone, in particolare, è un materiale molto versatile che si può trasformare in oggetti utili e al contempo ludici. Moltissimi centri scolastici ridanno vita a scatoline di cartone, sposando il concetto del costo zero e del basso impatto. E quindi si potranno trovare box trasformati in case, capanne, macchine, oppure originali animali e vestiti a tema. Magari nati da un lavoro d’equipe che favorisce la collaborazione, la crescita e al contempo insegna il rispetto per la natura.

Cartone, riciclo e design

Sull’onda emotiva del risparmio anche il design si è fatto avanti, ricercando materie prime tra gli scarti. Primo tra tutti il cartone con il quale, molti marchi esclusivi, hanno ricreato mobili e oggetti di grande impatto emotivo. Ricevendo il consenso del pubblico e principalmente tracciando un nuovo percorso al quale ispirarsi in massa. Un esempio la più famose tra tutte: la Wiggle Side Chair, interamente creata in cartone da Frank Gehry e distribuita da Vitra.

Molte le aziende che si sono specializzate in mobili di cartone riciclato, come ad esempio A4A Design con la chaise longue Wanda, composta da pannelli di cartone riciclato alveolare; oppure Kubedesign con la serie di mobili Cardboard Architectures di Roberto Giacomucci, esteticamente design ma al contempo robusti e solidi. Infine Corvasce specializzato nella realizzazione di articoli per arredo, ufficio e negozi: ovviamente in cartone riciclato certificato naturale o trattato. Il risultato è divertente, accattivante e interessante.

Per quanto riguarda gioco e riciclo agli studenti di disegno industriale della Rhode Island School of Design è stato affidato il progetto creativo per la realizzazione di una serie di mobili-giochi per bambini. Il lavoro ha prodotto una gruppo di sedie ludiche dalle forme moderne ma pulite, adatte per stimolare la fantasia dei più piccoli, resistenti e completamente decorabili.

Cartone e fai da te

Per riciclare in modo adeguato non è indispensabile creare una splendida bicicletta eco-sostenibile, a un costo produttivo di soli 9 dollari, come ha fatto l’eclettico imprenditore creativo israeliano Izhar Gafni. Basta spingere la nostra mente a oltrepassare il cartone, per trasformarlo in un articolo utile e sano. Inoltre la voglia di riutilizzare senza spendere cifre eccessive, quindi risparmiando, è una forza motrice non trascurabile.

Con il cartone si possono creare piccoli mobiletti handmade come comodini, tavolini e contenitori. Sagomando il cartone si possono ottenere porta-cd originali, casette per le bambole e macchinine in misura dei bimbi più piccoli. Un evergreen è la casetta in giardino, da realizzare semplicemente incidendo il cartone per ottenere la porta e le finestre. Una mano di bianco atossico e di rosso per il tetto, un po’ di creatività e avrete ottenuto la casetta per i giochi.

Ma se la fantasia non vi manca, e neppure la manualità, con un cutter, colla naturale e nastro di carta potrete realizzare lanterne e paralumi originali. Oppure una mini poltrona per il vostro cane, una piccola libreria freestanding o una cassettiera impilabile. Fino agli abiti per Halloween e carnevale, a orologi 3D con il cartone sagomato con il seghetto e originali paraventi. Se la creatività non manca si può osare spingendo le capacità oltre i limiti del consueto, se invece la passione c’è ma le idee mancano: nessun problema, girovagando tra blog e siti creativi potrete trovare tante idee alle quali ispirarvi.

Per creare ancora una simpatica panchetta oppure un pouf per il micio di casa, un leggio per libri e notebook, e maschere decorative con i cartoni per la pizza. Originali porta penne o un divertente porta attrezzi da cucito realizzato con tubi di cartone di diverso spessore, tagliati e fissati tra di loro per ottenere una griglia da fissare a un pannello o al muro.

Come sempre l’ingrediente fondamentale è la voglia di sperimentare e provare, cercare e scoprire: fino a ottenere il risultato perfetto che rispecchi la personalità individuale. Inoltre l’idea di realizzare un oggetto impiegando un materiale di scarto, per riportarlo a nuova vita e renderlo nuovamente funzionale, è una sfida importante. Utile per la nostra casa, per la nostra salute e per il nostro ambiente.

9 ottobre 2012
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento