Nuovo record per il fotovoltaico, e questa volta non si tratta di quantità ma di qualità. Semprius, azienda statunitense partecipata dai tedeschi di Siemens, ha annunciato di aver sfiorato il 34% di efficienza per i propri moduli fotovoltaici.

Nel dettaglio, l’efficienza record raggiunta è del 33,9% ed è stata ottenuta tramite la tecnologia HCPV, cioè fotovoltaico ad alta concentrazione. Delle speciali lenti posizionate sopra le celle fotovoltaiche permettono la concentrazione della luce e l’aumento dell’efficienza.

Siemens afferma che con questa tecnologia, in particolari condizioni climatiche, si può raddoppiare la produzione di energia rinnovabile a parità di estensione dei pannelli fotovoltaici:

A seconda della specifica posizione e dell’irradiazione, i moduli ad alta concentrazione possono fornire in output una quantità di energia per metro quadro due volte superiore rispetto ai comuni pannelli policristallini. Le più importanti società produttrici di moduli solari tradizionali raggiungono un’efficienza massima del pannello pari a circa il 20% con i moduli monocristallini e di circa il 16% con la tecnologia policristallina

Sempre Siemens, però specifica che queste prestazioni da record si ottengono montando i pannelli sugli inseguitori solari. In quest’ottica, per l’azienda tedesca, la linea da seguire è chiarissima:

Mentre Semprius continuerà a sviluppare i moduli, Siemens focalizzerà la ricerca e le attività di sviluppo sull’ottimizzazione dei componenti di sistema, quali gli inseguitori solari, la progettazione degli impianti e gli inverter

Tutto questo, però, è ancora allo stadio sperimentale anche se a certificare il 33,9% di efficienza dei moduli fotovoltaici di Semprius ci sono i test eseguiti dall’Istituto Energia Solar (IES) dell’Università di Madrid.

Il prossimo passo, per provare sul campo i nuovi moduli in un impianto fotovoltaico di grandi dimensioni, sarà la costruzione di un nuovo parco a Henderson nel North Carolina. Su dimensioni ridotte, però, questa tecnologia è già utilizzata dall’agosto 2010 in un impianto dell’Arizona.

9 febbraio 2012
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
ernesto, martedì 17 settembre 2013 alle14:20 ha scritto: rispondi »

nonostante gli incentivi il costo impianto è ancora troppo alto e non riesco a convincermi che sia redditizio/conveniente

Lascia un commento