Giraffa dà un bacio di addio a un uomo in fin di vita

È un’immagine commovente quella che proviene dall’Olanda, dove una giraffa ha voluto dimostrare la sua riconoscenza per un addetto in fin di vita. Succede allo zoo Diergaarde Blijdorp di Rotterdam, struttura protagonista di un emozionante ultimo saluto.

Mario, un uomo cinquantaquattrenne identificato solo con il nome sulla stampa per ragioni di privacy, ha lavorato per anni allo zoo come addetto alle manutenzioni. Da tempo affetto da una forma incurabile di tumore, Mario ha trascorso i suoi ultimi giorni immobile in un letto d’ospedale, finché l’Ambulance Wish Foundation non ha deciso di esaudire il suo ultimo desiderio: ritornare dagli animali per un addio.

Trasportato in ambulanza fino alla struttura, la sua branda è stata posta in prossimità dell’area giraffe, una delle specie più amate dall’uomo. E, a dispetto di ogni previsione, non solo i grandi erbivori l’hanno riconosciuto, ma un esemplare è corso al suo capezzale, preoccupato e premuroso di vederlo disteso su di un letto. Avvicinatasi al cancello della struttura, la giraffa ha iniziato a baciare Mario sulla fronte e sulle guance, un ultimo gesto d’addio come se l’animale avesse percepito non vi fosse più nulla da fare per salvare quell’uomo che, per oltre 25 anni, quotidianamente si è premurato del suo benessere. Così spiega Kees Veldboer, fondatore di Ambulance Wish Foundation, un’associazione che si premura di realizzare gli ultimi desideri dei malati terminali:

Questi animali l’hanno riconosciuto, hanno capito qualcosa non andasse bene. È stato un momento davvero speciale, l’abbiamo visto illuminarsi.

Mario, già affetto da una disabilità mentale, pare abbia stretto negli anni un rapporto speciale con tutti gli animali dello zoo. Stando a quanto dichiarato dai colleghi, i quali hanno approfittato di questa occasione speciale per ringraziarlo di tanti anni di dedizione totale, pare l’uomo avesse un sesto senso, una sorta di canale di comunicazione privilegiato con gli animali ad altri invece negato.

21 marzo 2014
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento