Andrea Rossi torna a far parlare di sé dalle pagine del suo blog. Stimolato da lettori curiosi ha confermato i continui buoni rapporti con il proprio primo cliente. Ricorderete, infatti, come tempo fa un E-Cat da 1 MW venne venduto a un ente militare segreto.

Bene, pare che tale cliente sia del tutto soddisfatto, che si senta con la Leonardo Corporation praticamente continuamente, con un proficuo scambio di idee e dati. Sarebbe anche avvenuta la prima ricarica del reattore, che va ricaricato di nichel ogni sei mesi.

>>Leggi la guida all’E-Cat di Andrea Rossi

In teoria l’effettivo funzionamento del reattore e la soddisfazione del cliente dovrebbero suggerirci che ci siamo, la nuova rivoluzione energetica è davvero in atto. Infatti, i dati di una macchina posta in condizioni di lavoro per mesi, in un contesto produttivo, sono solitamente la base su cui costruire nuove generazioni di reattore e la prova che tutto può andare davvero in porto.

>>Leggi le dichiarazioni di Rossi sulla possibilità di produrre migliaia di E-Cat al giorno

Eppure ci chiediamo, con tutta questa soddisfazione, perché non viene svelata l’identità del cliente? Che senso ha, quando Rossi dichiara di avere nuovi clienti per cui starebbe lavorando, e con un lancio (in teoria) imminente sul mercato dei reattori a fusione fredda, continuare a mantenere questo riserbo? Qualche dubbio, crediamo, sia del tutto legittimo averlo.

14 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
I vostri commenti
Giuseppe, domenica 26 maggio 2013 alle11:26 ha scritto: rispondi »

Speriamo nella immediata divulgazione di questi nuovi generatori, potrebbero dare uno scossone all'intera economia mondiale.

SignorRossi, martedì 19 marzo 2013 alle21:22 ha scritto: rispondi »

Spero che Rossi si sbrighi con il test indipedente ,almeno ci libereremo di certi Trolloni da 4 soldi.......

RenatoG, venerdì 15 marzo 2013 alle10:30 ha scritto: rispondi »

Della serie : me la canto e me la suono ! Ormai è la parodia di sé stesso – Neanche il segretissimo 007 saprebbe fare di meglio – Il cliente misterioso che parla con il fornitore misterioso di un prodotto misterioso – Ma chissà a cosa sta mirando – Per ora sempre e solo chiacchiere e distintivo -

Lascia un commento