La gastrite nervosa è un disturbo che affligge milioni di persone e ciò accade perché viviamo in un’epoca dove i nervi sono costantemente a fior di pelle e lo stress si ripercuote anche sulla nostra salute. Con l’accrescere dello stress cresce anche il numero delle persone affette da disturbi di origine psicosomatica.

Ma c’è una dieta contro la gastrite nervosa e i bruciori di stomaco.

Gastrite e bruciori di stomaco: cause

Innanzi tutto, è bene premettere che ci sono due tipi di gastrite: la gastrite comune dovuta a fattori sia di tipo esogeno (fattori interni) che di tipo endogeno (fattori esterni) e la gastrite nervosa che è dovuta a fattori di tipo endogeno a carattere psicosomatico, i cui sintomi sono come quelli della gastrite normale.

Un fattore esogeno può essere l’infiammazione della mucosa protettiva delle pareti dello stomaco: questa mucosa, distaccandosi, lascia le pareti esposte all’azione dell’acido gastrico, il quale le attacca con il rischio di ulcere e ci provoca forti fitte e bruciore di stomaco. I fattori endogeni possono invece essere dovuti sia alla sfera emozionale, come una malattia o la perdita di una persona cara e quindi da un fattore psicosomatico, sia alle infezioni batteriche e anche da alcuni antinfiammatori.

Allora cosa è meglio fare per prevenire o almeno mitigare l’azione della gastrite?

Sintomi della Gastrite

La prima cosa da fare è quella di sottoporsi a una gastroscopia, per smentire la presenza di ulcere o di mali più gravi e poter prescrivere quindi le cure dovute. I sintomi della gastrite sono: dolore addominale, specialmente alla bocca dello stomaco, diarrea, dolore a quasi tutto il corpo, gonfiore intestinale con conseguente meteorismo e irritabilità , con rischio di emorragie e feci scure nel caso di piccole ulcere.

I metodi per la cura della gastrite nervosa sono di vario tipo a seconda del paziente. Sicuramente il primo passo è quello di condurre una vita più serena e di lasciarsi scivolare addosso i problemi, ma si sa, non è per niente facile. Potremmo quindi dedicare qualche minuto della nostra giornata a esercizi di respirazione e rilassamento o sottoporci a cure psicoterapeutiche per ovviare ai problemi di carattere psichico che sono all’origine della gastrite nervosa.

Rimedi e Medicinali contro la Gastrite

La cura della gastrite viene effettuata mediante una terapia messa in atto su due fronti: tramite medicinali uniti a un’alimentazione corretta.

Per quanto riguarda la terapia mediante medicinali, vengono solitamente prescritti farmaci gastroprotettori, come il lansoprazolo, i quali abbassano l’acidità  dello stomaco. Assieme ai gastroprotettori, ci sono sciroppi o pasticche che difendono le pareti dello stomaco dagli acidi gastrici, ad esempio alcuni dei tanti medicinali contro l’acidità  sono: il Gaviscon, disponibile anche in comode bustine monodose per ogni evenienza; lo Spasmomen che ha come principi attivi l’otilonio bromuro e il diazepam, i quali sono indicati per il trattamento dei dolori spastici dovuti all’ansia e il Maalox in compresse masticabili.

Acidità di stomaco e gastrite: cosa mangiare?

Sul fronte dell’alimentazione invece bisogna seguire una dieta mirata, per lo meno durante il periodo in cui siamo sotto gli attacchi degli acidi gastrici.

Le prime cose da fare sono: eliminare cibi pesanti e poco digeribili come la cipolla, evitare di mangiare alimenti acidi come agrumi e pomodori, non bere bibite gassate perché contribuiscono al rigonfiamento dello stomaco e dell’intestino, evitare il caffè e prediligere il latte o i latticini: è risaputo infatti l’effetto terapeutico del latte che assorbe gli acidi.

Infine, ci sono i rimedi della nonna. Quando la gastrite ci assale è consigliabile mangiarci su, nel senso che due fette biscottate con un po’ di marmellata potrebbero tornare utili poiché distraggono gli acidi gastrici i quali attaccano il cibo ingerito piuttosto che le pareti dello stomaco, poi una bella tazza di latte tiepido il quale assorbe gli acidi e una camomilla per pulire lo stomaco.

26 marzo 2013
I vostri commenti
Angelo , mercoledì 7 giugno 2017 alle11:33 ha scritto: rispondi »

Salve mi chiamo angelo e ho 30 anni soffro di bruciore allo stomaco dolori alla bocca dello stomaco erutazzione di continuo colite e dolori sparsici ho fatto tante cure ho preso il gastroprotettore lucen !!cure di biotrap debrum ciproxin 1000 per l'infezione allo stomaco insomma c'è quando sto benone e c'è quasi spesso che ho disturbi molto fastidiosi chi di voi soffre di questo??cosa consigliate sè c'è qualke dottore che legge cosa o appena scritto sè mi può dare qualke terapia !!!distinti saluti angelo

Anna Rita Maria, domenica 21 maggio 2017 alle12:37 ha scritto: rispondi »

Salve io tempo fa ho avuto un infarto da congestione forte evacuazione e massa di acidità fino a quando mi sono collassata e ho rischiato di morire fino a quando hanno dovuto chiamare un ambulanza e somministrare una flebo e adrenalina pura insomma 3 minuti e sarei morta. Ora a distanza di qualche anno mi riscontrano la gastrite erosiva ma nonostante tutte le terapie che ho fatto compreso un alimentazione adeguata che ho fatto non ho risolto niente. Sono seguita attualmente da una nutrizionista per risolvere questo problema. Ma solo che per paura di mangiare con il rischio di sentirmi male e mi sto dimagrendo molto. Mi è stato detto di fare delle sedute da uno psicologo per combattere queste paure e per poi avere ottimi risultati.

Fausto, martedì 28 marzo 2017 alle11:41 ha scritto: rispondi »

Salve io ho la gastrite nerovsa che mi porta a degli attacchi che portano a dolorose fitte allo stomaco, vomito e diarrea come questa notte, come posso fare

massimo, giovedì 5 gennaio 2017 alle0:24 ha scritto: rispondi »

buonasera,il 26 settembre 2016 mi sono operato di tonsille dopo l'operazione ho incominciato ad avere disturbi per quanto riguarda la digestione nel senso finisco di mangiare mi sento appesantito c'è stato un periodo che finivo di mangiare e avevo acidità e per finire un altro disturbo che accuso e la bocca me la sento sempre amara,prima di questa operazione non avevo tutti questi disturbi,può essere anche un fattore di stress?grazie aspetto una vostra risposta

Nella Pettinato, giovedì 11 agosto 2016 alle20:03 ha scritto: rispondi »

buonasera, io soffro di gastrte, ernia iatale e esofagite da reflusso, che curo con Antra e Gaviscon ma ho continui attacchi di dolori sternali che mi procurano tanta ansia e paura.. e tanta aria nell'addome....che fare per eliminarla?

Lascia un commento